• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo: Weekend, quasi 20°C di differenza tra giorno e notte vi spieghiamo il perché e le prospettive

Lombardia > Bergamo

Nel corso del prossimo weekend il nostro Paese sarà interessato da refoli di aria più fresca in arrivo dai Balcani che provocheranno un generale abbassamento delle temperature, dopo il vero e proprio boom primaverile di questa seconda parte della settimana.

Facciamo il punto della situazione scoprendo, nel dettaglio, le previsioni per le giornate di sabato 27 e domenica 28.

Partiamo con la nostra analisi da sabato 27 quando, già nelle prime ore della giornata, potranno formarsi delle foschie o delle nebbie sulla Val Padana, ma anche una copertura nuvolosa a tratti compatta, di tipo medio-basso, soprattutto sulle aree costiere del Nordest e sul versante tirrenico del Paese.

Nel corso della giornata, tuttavia, il quadro meteorologico tornerà ad essere caratterizzato da un ampio soleggiamento, con temperature massime che supereranno diffusamente i 15/16°C, raggiungendo tuttavia punte massime fino ad oltre 20°C, soprattutto in Toscana.

Il tempo risulterà ancora del tutto stabile e asciutto, anche se tra il pomeriggio e la serata della isolata pioviggine potrebbe interessare l'arco alpino occidentale, con fiocchi di neve oltre i 1500 metri di quota.

Un più marcato cambio di circolazione atmoasferica si verificherà nel corso di domenica 28, con l'ingresso di refoli d'aria più fresca nord-orientale (dalla Penisola Balcanica) che inizieranno a soffiare via via con maggiore e energia: il contesto termico, gioco forza, inizierà a risentirne.

Ci aspettiamo quindi un calo delle temperature, soprattutto al Centro-Nord e sui settori adriatici, con i valori che si riporteranno più vicini alle medie climatiche attese in questo periodo.

Per quanto riguarda infine l'aspetto meteorologico, va sottolineata la possibilità di un aumento della copertura nuvolosa al Nordovest, peraltro senza però il rischio di precipitazioni rilevanti.

Previsioni 
Nei prossimi giorni alcune aree del nostro Paese continueranno a registrare temperature strambe, con differenze anche di 20°C tra il giorno e la notte.

Cerchiamo dunque di capire perché ciò accade e quali sono le prospettive future.

La persistente presenza di una robusta area anticiclonica favorirà ancora un clima favorevole alle tipiche cosidette escursioni termiche che avvengono tra il giorno e la notte. I cieli sereni favoriscono infatti il fenomeno dell’irraggiamento notturno ovvero una rapida dispersione verso l'atmosfera del calore accumulato dalla terra durante il giorno.

Gioco forza, i termometri si raffreddano più velocemente durante la notte, mentre con il sorgere del sole, l’intensa radiazione solare e l'assenza di nubi regalano ore di clima molto mite con apice in corrispondenza delle ore centrali della giornata e al primo pomeriggio.

Le maggiori escursioni termiche si verificheranno nei prossimi giorni nelle aree di pianura e nelle vallate più interne. La terraferma è infatti l'habitat più consono a questo genere di fenomeno, per via della maggiore conduzione del calore da parte del terreno rispetto ai nostri mari. Non dimentichiamoci poi il periodo dell'anno in cui ci troviamo, caratterizzato ancora da notti lunghe, rispetto soprattutto a quanto avviene ad esempio nei mesi estivi.

Insomma, non ci sarà da stupirsi se anche per tutto il fine settimana registreremo valori in apparenza strambi, con temperature minime di pochi gradi sopra lo zero sulle pianure del Nord e nelle vallate più interne del centro, contrapposte a picchi massimi localmente superiori ai 20°C come accadrà nei fondo-valle del trentino, in alcune località della Val Padana, ma anche nelle aree più interne del Centro e delle due Isole maggiori.

Tale contesto climatico, prettamente di stampo primaverile, ci accompagnerà quanto meno per tutto il prossimo weekend e, salvo sorprese, anche con all'inizio della prossima settimana in quanto l'alta pressione, seppur disturbata da qualche timido refolo d'aria più fresca, pare avere tutte le intenzioni di continuare indisturbata il suo soggiorno sul nostro Paese. (iLMeteo)

In aggiornamento