• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Tornano due colossal a Reggio “La Divina Commedia” e “Notre Dame De Paris”. Leggi i dettagli

Calabria > Reggio Calabria

Tornano due colossal a Reggio, a dicembre “La Divina Commedia” e a maggio 2022 “Notre Dame De Paris”! Ruggero Pegna fa il punto su fatti di musica e sullo spettacolo dal vivo in Calabria

In tempi di pandemia molte cose sono cambiate. Ecco la prima Virtual Press Conference del promoter Ruggero Pegna, che ha risposto via social a domande di giornalisti e spettatori sui temi dello spettacolo dal vivo.

Lei è stato componente della Consulta Ministeriale per lo Spettacolo quale esperto della Conferenza Unificata Stato-Regioni per la sezione Musica ed è uno dei soci-fondatori di Assomusica. Com’è lo stato dello Spettacolo dal Vivo, in particolare in Calabria, settore tra i più colpiti dalla pandemia?

“Credo che sia il comparto più colpito in assoluto, con fatturati quasi azzerati e centinaia di migliaia di  lavoratori del settore praticamente fermi, dagli operai ai tecnici, da fornitori specializzati di ogni tipo, agli stessi artisti. I ristori del Mic non mancano, ma non possono bilanciare le ingentissime perdite. Da evidenziare anche l’incolmabile perdita delle grandi emozioni dei concerti, degli spettacoli dal vivo in generale, momenti unici di arte, cultura, aggregazione, divertimento, formazione e molto altro. In Calabria, paradossalmente, la situazione è ulteriormente peggiorata rispetto al passato, a causa di una gestione disastrosa da parte della Regione Calabria delle linee che, negli anni, hanno accompagnato e sostenuto questo comparto. Gestione caratterizzata da confusione, mancanza di una visione e impreparazione. Basti pensare, ad esempio, che la graduatoria del Bando per Grandi Eventi Storicizzati che si dovevano tenere nel 2020 è arrivata lo scorso 1 aprile, trasformandosi in una farsa per l’evidente incompetenza e incapacità della stessa Commissione che ha valutato i progetti, addirittura con responsabile del procedimento una funzionaria del settore Protezione Civile, esperta di fognature, reti idriche, rifiuti e cose simili!”.

Si comincia a parlare di ripartenza, sarà così anche in Calabria?

Assomusica, con il presidente Spera e l’intero direttivo, ha lavorato sin dallo scorso anno su protocolli che consentissero l’effettuazione di eventi. Già la scorsa estate si è riusciti ad effettuare spettacoli, seppure con limitazioni. Purtroppo, si paga lo scotto di una mentalità che, spesso. relega questo comparto alla marginalità, come se si trattasse di qualcosa di superfluo, quasi inutile. In realtà è l’Industria più virtuosa che esista, da qualsiasi punto di vista, da quello occupazionale alle molteplici ricadute positive di ogni tipo, con fattori unici e indispensabili per la qualità della formazione e della vita di ognuno. I teatri sono i luoghi più sicuri e dove sarebbe stato possibile fare rispettare ogni prescrizione e misura anticovid, certamente meglio, ad esempio, che in un qualsiasi supermercato. Pare che, finalmente, convengano un po’ tutti sulla necessità di riaprire i luoghi di spettacolo, settore che necessita di programmazione e tempi di preparazione.”.

Il suo Festival Fatti di Musica si è svolto anche lo scorso anno, con una 34esima edizione ridotta ma con grandi eventi colme sempre, dalla popstar mondiale Mika a Reggio, all’intramontabile Renzo Arbore con la sua Orchestra ai Ruderi di Cirella. Cosa può anticipare per questo 2021?

“Sarà anche questa un’edizione straordinaria. E’ l’anno dedicato a Dante e dal 2 al 5 dicembre tornerà al Palacalafiore di Reggio l’Opera Musical La Divina Commedia, il colossal spettacolare con le musiche di Marco Frisina, l’eccezionale regia di Andrea Ortis, le incantevoli scenografie di Lara Carissimi e un super cast. Previsti spettacoli mattutini per le scuole e serali per tutti. La prossima settimana partirà la vendita dei biglietti, per una capienza che sarà ridotta al 30% di quella ufficiale. Intanto, prosegue la prevendita su Ticketone per l’altro colossal Notre Dame De Paris, che arriverà al Palacalafiore dal 26 al 28 maggio 2022. Per l’estate sto lavorando a vari progetti, in particolare su Reggio Calabria, Città dove ho sempre trovato negli Assessorati preposti grande competenza, capacità e volontà di realizzare veri eventi nazionali e internazionali.”.

A proposito di Fatti di Musica, il festival che ha portato in Calabria stelle mondiali come Santana, Tina Turner, Sting, Elton John e centinaia di altri, lei ha fatto richiesta di riesame e di accesso agli atti per la clamorosa esclusione dalla graduatoria dei Grandi Eventi regionali. Prevede altre azioni giudiziarie?

“Valuterò il da farsi con il mio legale Tiziano Lio in base a quanto verificheremo, innanzitutto dopo il primo accesso agli atti che faremo lunedì. Fatti di Musica è un progetto storicizzato di fatto, oltre che certificato ogni anno dalla stessa Regione Calabria. La storia non si cancella per ignoranza. Il suo format di oscar della musica dal vivo, che presenta e premia alcuni dei migliori live d’autore di ogni anno con il Riccio d’Argento di Gerardo Sacco, è unico nel panorama nazionale. E’ un fatto straordinario già che si svolga in Calabria! Avevo tante opportunità di fare le valigie, ma la mission che mi sono posto 35 anni fa, finiti gli studi di ingegneria, era chiara: organizzare i grandi live nella mia terra, portare le stelle internazionali che qui prima erano fantascienza, accendere i riflettori dei grandi eventi televisivi in Calabria… E ci sono riuscito con grandi sacrifici e difficoltà, dal concerto in mondovisione di Elton John a Reggio, alla Prima Serata Rai1 al Porto di Gioia Tauro o al Rendano di Cosenza con Un Ponte fra le Stelle, fino alla grande Notte degli Angeli a Paravati per Natuzza, passando per centinaia di eventi e numeri record irripetibili!”.