Tennistavolo in Sardegna: cronache pongistiche del 10 novembre 2022
Sport Sardegna Cagliari

Tennistavolo in Sardegna: cronache pongistiche del 10 novembre 2022

giovedì 10 novembre, 2022

CAGLIARI, 10 NOVEMBRE 2022 - CHAMPIONS LEAGUE WOMEN: QUATTRO MORI PERDENTE CON ONORE

La grande euforia non si placa nemmeno davanti allo 0-3 che sancisce il successo dello stellare UCAM Cartagena T.M (vincitrice dell’Europe Cup 2021) in casa del Quattro Mori Cagliari nella prima delle quattro sfide caratterizzanti il secondo round di Champions League femminile. Infatti dietro a quel risultato netto propiziato da campionesse purosangue come Lily Zhang, Dora Madarasz e Maria Xiao c’è un’avversaria tenace, combattiva che non si è mai lasciata tradire dallo scoramento. E lo scroscio di applausi tributato dall’arena di via Crespellani a Andreea Dragoman, Tania Plaian e Offiong Edem dimostra che se la pallina avesse ruotato leggermente verso lidi migliori, si sarebbe assistito ad una tenzone ancor più entusiasmante.

Il calendario non dà tregua perché sabato 12 novembre alle 18 a Mulinu Becciu compaiono le atlete del club tedesco TTC Berlin eastside e sarà grandissimo tennistavolo anche in quella circostanza. Il club campidanese dovrà affrontare poi gli incontri di ritorno in casa delle avversarie in questo inedito e storico approdo nella competizione continentale più venerata.

SERIE A1: IL TENNISTAVOLO NORBELLO PERDE IL BIG MATCH DI A1 MASCHILE

Giunge sullo Stretto con i ranghi incompleti e subisce una inesorabile sconfitta. Il Tennistavolo Norbello maschile soccombe 4-0 in casa dei Campioni d’Italia in carica del Top Spin Messina che per l’occasione fanno esordire un altro prospetto polacco, Robert Floras, cui si aggiungono i temibili fratelli Matteo e Leonardo Mutti.

Per il tecnico giocatore Sergei Mokropolov, Marco Antonio Cappuccio e lo spagnolo Javier Rodriguez una gara dalle poche chances di tenere il passo degli avversari che adesso condividono proprio con i sardi la vetta della classifica.

Giovedì 10 novembre la Marcozzi recupera il match della prima giornata ospitando l’Apuania Carrara, domenica pomeriggio sarà di scena sul campo del Sant’Espedito e il 16, di nuovo a Cagliari, sfiderà il Tennistavolo Norbello.

Il programma della A1 femminile prevede per il 12 novembre l’esordio casalingo del Muravera TT opposto al Südtirol, il 13 tocca al Quattro Mori in casa del Paninolab Bagnolese e lunedì 14 il Castel Goffredo riceverà il Tennistavolo Norbello.

A2 MASCHILE: PRIMO STOP PER LA MARCOZZI

Striscia positiva interrotta ma contro una super avversaria. Lo scontro tra le big del girone A certifica la larga supremazia della Paninolab Bagnolese nei confronti di una Marcozzi che nonostante tutto avrebbe potuto osare di più, soccombendo per due volte su quattro al quinto set. Il nigeriano Isiaka Kazeem cede prima 3-2 ad Alberto Margarone e nella quarta e ultima sfida della serata cagliaritana idem come sopra ma con un divario più netto nei confronti dell’ex Gabriele Piciulin che nella contesa inaugurale non lascia nemmeno un set neppure a Daniele Spagnolo. Il più combattivo del team di casa è apparso Lorenzo Martinalli capace di dare seriamente filo da torcere al più quotato Luca Bressan.

Sabato trasferta verso il campo dell’Aon Milano Sport, mentre il Tennistavolo Sassari gioca a Torino contro la formazione universitaria.

A2 FEMMINILE: TUTTE LE SARDE A GONFIE VELE

Nella remota Venezia Giulia i Quattro Mori Cagliari fanno en plein e continuano a dominare la graduatoria del girone A senza ancora alcuna sbavatura. Le prime a soccombere sono le colleghe del Castel Goffredo A, poi stessa sorte tocca all’As Kras che ha fatto gli onori di casa. Sugli scudi dell'olandese Sanne De Hoop con quattro successi personali, Wei Jian ne colleziona tre e la palermitana Marina Conciauro uno.

A Novara la capolista Tennistavolo Norbello Blu non va oltre il pari nelle due contese in cartellone, segno che il girone si sta manifestando molto indecifrabile. Nonostante tutto il team composto dal nuovo innesto ungherese Timea Peterman Varga, dalla sua connazionale Krisztina Nagy e da Gohar Atoyan mantiene la testa della graduatoria con due punti di vantaggio su tre inseguitrici. La spartizione dei punti è avvenuta contro Tennistavolo Torino e TT Marco Polo.

Marcia con assoluta sicurezza anche il Muravera TT, leader del girone C a punteggio pieno grazie ai successi ottenuti con le Alfiere di Romagna W1 e la Polisportiva Colognola ai Colli nel concentramento tenutosi a Cesenatico. In questo caso a sbaragliare qualsiasi tipo di contrasto ci ha pensato un terzetto ben assortito con Mihaela Encea, Miriam Carnovale e Nicoletta Criscione.

Si è giocato pure in Sardegna grazie all’ospitalità del Tennistavolo Norbello che ha accolto le protagoniste del girone D. Diversamente da quanto accaduto nei tre gironi precedenti a comandare la classifica non c’è una compagine isolana, bensì il Frassati Napoli. Ma la squadra Gialla del Guilcier occupa la piazza d’onore con due punti di ritardo. Davanti al proprio pubblico ha dominato entrambe le gare giocate rispettivamente con l’Ennio Cristofaro di Casamassima e il TT Vasto. In evidenza la paraguaiana Lucero Ovelar, Marialucia Di Meo e Ana Brzan.

B FEMMINILE: IL TENNISTAVOLO SASSARI SI FA LARGO

In casa dell’Eureka i tre club sardi movimentano la palestra romana di Tor Carbone. Dopo le due giornate il Tennistavolo Sassari si ritrova a comandare il girone I non concedendo alcuna attenuante né alla società conterranea Muravera TT, né al Giovanni Castello B. Nel primo caso, a parte la schiacciante superiorità di Stanislava Burenina, stupisce l’exploit di Laura Alba Pinna che contro Serena Anedda si trovava sotto di due parziali. Anche Elena Rozanova perdeva 1-2 nei confronti della sarrabese Sara Congiu ma poi ha chiuso a suo favore. Il terzetto turritano, seguito in panca da Alessandro Poma, non ha incontrato eccessivi problemi nell’imporre la sua superiorità nei confronti del Castello B: anche qui emerge la resistenza atletica di Laura Alba che vince due gare al quinto set. Rozanova e Burenina fanno il resto.

Muraverese e Muravera sono appaiate al secondo posto a 5 punti, con la differenza che il club del presidente Gianluca Mattana è ancora imbattuto. Nella capitale pareggia 3-3 in entrambe le circostanze. Con il Castello A va a segno due volte Bianca Bracco, cui si aggiunge il punto finale di Luana Montalbano. E nella stracittadina fuori le mura identico score per la ligure e la cagliaritana mentre in casa Muravera TT si spartiscono equamente le responsabilità Anedda, Congiu e Aurora Piras. Non conosce la gioia della vittoria Alice Mattana che con Anedda si arrende al quinto.

B2 MASCHILE: MURAVERA TT IMPLACABILE

Bogdan Badea e Nicola Pisanu trascinano il Muravera TT nella trasferta vittoriosa sul campo del Castello Farmacia S. Anna. Si consolida così il primato nel girone F segno che il collettivo formato anche da Simone Boi e Marco Sarigu può mantenere nel tempo la posizione di vertice. Muraverese e Tennistavolo Sassari stazionano nelle parti basse della classifica con il club sarrabese chiamato a recuperare una partita e che attualmente ha il morale in ascesa grazie al primo successo stagionale scaturito nei confronti dell’ospitata Eureka Roma. In evidenza Michele Buccoli e Francesco Lai autori di due punti ciascuno ma a sbloccare il risultato è stato Marcello Porcu e a nulla è servita agli avversari la ottima performance del marocchino Zakaria Mercade autore di tutte e tre le marcature.

Disco Rosso a Roma per il Tennistavolo Sassari che si trova di fronte un Antonio Gigliotti in gran spolvero: batte tutti e tre i sassaresi, compreso il nigeriano Segun Olawale, unico capace di portare a suo favore almeno due partite. Nulla da fare quindi per Luca Pinna e Luca Baraccani.

Domenica 13 trasferte sia per la Muraverese (a Terni), sia per i turritani (ricevuti dal King Pong).

C1 MASCHILE: SORRIDE SOLO IL TT GUSPINI

Una discreta prova corale permette al TT Guspini di disfarsi del Roma 12 A e di stazionare a ridosso della capolista TT Maccheroni avanti di due lunghezze. Non è stato facile dominare la formazione laziale ma le giornate sì di Michele Lai e del veterano Riccardo Lisci sono state utili per contrassegnare come buono l’inizio della stagione. Va a segno pure l’altro guspinese doc, Francesco Broccia.

Secondo stop in questo girone M per il Muravera TT contro l’esperta Castello. Per il sodalizio presieduto da Luciano Saiu si salva dall’ecatombe il romeno Daniel Moldovan ancora al 100% del rendimento. Non riesce però a trascinare i due lanuseini Emanuele Cuboni ed Elia Licciardi che dalle sconfitte trarranno sicuramente valide motivazioni nel percorrere i sentieri della riscossa.

Buio profondo in casa de Il Cancello Alghero che porta a quattro le sconfitte totalizzate fino a questo momento. A colpire inesorabilmente i catalani stavolta è toccato all’Eureka Roma con Marco Tiloca che trova il coraggio di realizzare il punto della bandiera. A secco Fabio Costantino e Carmine Niolu.

Le prossime: Guspini-Maccheroni, Roma 12-Il Cancello (12/11), Muravera-Isola Peter Pan (13/11)

C2: LA SITUAZIONE SI FA MOLTO INTERESSANTE

Non più sola in vetta ma assieme ad altre due compagini che desiderano dettare legge. Il Guilcer Ghilarza si arrende con un risultato clamoroso alla Muraverese che la raggiunge in classifica (ed ha una partita in meno), assieme al TT Carbonia che soffre ma si sbarazza del Tennistavolo Sassari (vedere approfondimento in basso).

Tornando al big match giocato nella palestra Giovanni Cuccu di Muravera si è assistito al crollo di Briam Mele che perde l’imbattibilità nei confronti di un Andrea Manis indemoniato: in questo periodo autunnale sta facendo sfracelli, con sei partite vinte consecutivamente. E infatti successivamente castiga pure Alessandro Faedda evidentemente a corto di tenuta fisica rispetto all’avversario che incrementa il divario con l’incedere dei set. La seconda tegola che stordisce Mele la scaglia un Mario Bordigoni altrettanto efficace, considerato che in precedenza non lascia margini d’azione neppure a Nicola Cuccureddu. Alberto Mattana è l’unico che concede qualcosina agli avversari: soccombe con Faedda ma si vendica nei confronti dell’ex presidente del TT Oristano.

Notevole anche il divario che separa la Saetta e Fermi Iglesias con il team del presidente Agnese Maccioni che segue il terzetto ad una lunghezza e dovrà recuperare una gara proprio con la Muraverese. Maurizio Ledda apre le marcature su Bruno Pinna; la sua compagna Michela Mura allunga ai danni di Giancarlo Pili. Dimezza lo svantaggio Giovanni Siddu per manifesta superiorità nei confronti di Christian Ferro. Ma nella seconda serie di sfide i giocatori di marca quartese hanno la meglio con Michela che fa il bis su Pinna, e Ledda che si toglie lo sfizio di superare Siddu. Infine si riscatta pure Ferro contro un combattivo Pili.

La famiglia Broccia brinda con il sodalizio d’appartenenza (TT Guspini) per aver propiziato i due punti nella sfida con la cenerentola Tennistavolo Decimomannu. Manuel e Massimiliano fruttano assieme quattro vittorie. Perdono invece Fabrizio Melis e Luca Broccia rispettivamente contro Gianfranco Soi e Mattia La Gaetana.

Si gioca anche nel prossimo week end: Carbonia-Muraverese; Guspini-La Saetta; Decimomannu-Sassari (12/11); Ghilarza-Iglesias (13/11).

L’ APPROFONDIMENTO

con Vito Moccia

 

I risultati della quarta giornata di C2 che mi hanno assolutamente sorpreso sono state le nette sconfitte subite dal TT Ghilarza contro la Muraverese e quella dell'Iglesias contro La Saetta. Per entrambi gli incontri avevo pronosticato un pareggio. Il nostro incontro con il TT Sassari è stato come ci aspettavamo, molto duro e combattuto fino all'ultimo. Alla giornata no di Pietro Pili apparso un po' stanco ha fatto da contraltare una superba prestazione di Walter Barroi che vince sia contro Alberto Ganau, sia contro Marcello Cilloco, apparsi nonostante la sconfitta in grande forma. A livello personale realizzo la prima faticosissima doppietta in C2.

Quello di quest'anno è un campionato molto equilibrato, nel quale potremo vedere molto spesso risultati a sorpresa, il livello è buono, ma a mio parere non si è ancora vista una squadra nettamente superiore alle altre. Le nostre ambizioni si vedranno dopo la prossima partita contro la Muraverese, la squadra più in forma al momento e forse la prima candidata alla promozione. Purtroppo in questa stagione militano pochi giovani in C2, però negli ultimi due anni diverse società isolane stanno seriamente lavorando per un rilancio del settore giovanile, essenziale per il nostro movimento.

D1/A: LE MIRE ESPANSIONISTICHE DEL TENNISTAVOLO NORBELLO

Seppur con una sfida da recuperare il Tennistavolo Norbello conferma di voler fare sul serio. Si ritrova sola al comando a punteggio pieno dopo aver trionfato nel derby del Guilcer, ospite della compagine di Ghilarza. Per l’occasione i giallo blu si sono presentati con una formazione a prova di bomba con Maurizio Muzzu, Ana Brzan e Eleonora Trudu. La pongista di Nuragus è l’unica che ha lasciato un punto all’avversario Gianni Pintus, ma in precedenza si è messa in evidenza battendo Mario Marchi. Ignazio Calderisi è stato battuto sia da Muzzu, sia da Brzan.

Per avere un quadro più nitido della situazione si devono attendere i recuperi: per esempio il Libertas Ping Pong Monterosello, a quota tre punti, deve affrontare sia Tennistavolo Norbello, sia Santa Tecla Nulvi B, attuale vice capolista.

Sulla sonante vittoria del Tennistavolo Sassari B sul Paulilatino 2014 si rimanda all’approfondimento, mentre termina in parità Santa Tecla Nulvi A – Tennistavolo Sassari A. Tra i padroni di casa si è messo in evidenza Massimo Posadinu che a denti stretti è riuscito ad imporsi al quinto set su Maria Elena Musio. Meno complesso è stato raggiungere il definitivo 3-3 nella disputa con Maria Laura Mura. Altra gara ricca di pathos è stata quella iniziale con Chiara Scudino che domina Gavino Posadinu ai vantaggi della quinta frazione. Dopo aver perso con Martina Bonomo, l’anglonese Samuele Raggiu ha un impeto d’orgoglio quando si incrocia con Chiara Scudino che si arrende dopo essere passata in vantaggio. Senza storia il successo di Musio su Gavino Posadinu.

Si gioca anche nel fine settimana: Ghilarza-Monterosello; Paulilatino-Nulvi A (12/11); Norbello-Sassari B; Sassari A-Nulvi B (13/11)

L’ APPROFONDIMENTO

A cura di Sergio Idini

Giornata con sole tre partite per il rinvio dell'incontro tra Monterosello e Nulvi. Occhi puntati su Ghilarza – Norbello, big match della giornata. Norbello fa esordire Ana Brzan. La sua presenza sposta gli equilibri e Norbello vince abbastanza facilmente con Ghilarza. Noi vinciamo con Paulilatino, mentre finisce in parità l'incontro tra i giovani del Nulvi A e le ragazzine del Sassari A. Per quanto riguarda il nostro incontro possiamo considerarlo il migliore della stagione. Il Paulilatino schiera un po’ a sorpresa Carlo Maulu. Carlo gioca il primo incontro opposto a Gianfelice Delogu e nonostante alcuni sprazzi di bel gioco perde per 3-0. Segue l'incontro tra me e Pusceddu. Gioco benissimo mentre Nazzaro soffre terribilmente il mio servizio. Finisce 3-1 per me con partite successive in discesa. Il giovane Alexander Evans vince i suoi due incontri contro Giuseppe Mellai e Maulu. Delogu perde con Nazzaro 3-2 e io suggello la mia splendida giornata battendo Mellai per 3-0.

Le nostre ambizioni riguardano essenzialmente la metà classifica e cercheremo di arrivare dietro le big Three Norbello Ghilarza e Nulvi B. Con la presenza della Brzan il primo posto della squadra del presidente Carrucciu è praticamente blindato. Evans tra i maschi e Chiara Scudino tra le femmine stanno facendo vedere le cose migliori tra i giovani. Ma buone prestazioni si attendono dai nulvesi Raggiu e Posadino e dalle mie compagne di scuderia Bonomo e Mura.

D1/B: L’EXPLOIT DEL TORRELLAS CAPOTERRA 

Sei compagini racchiuse in due punti. A testimoniare l’equilibrio e l’incertezza dei verdetti. Il risultato più eclatante lo registra il Torrellas Capoterra che guarda tutti dall’alto per aver inferto il primo dispiacere stagionale all’ex capolista Marcozzi. Maurizio Piano torna ad essere quel temibile giocatore che in tanti hanno saggiato durante la sua lunga carriera. Riesce a bloccare con perentorietà sia il nuovo che avanza (Zemgus Lai) sia le inossidabili garanzie (Cesare Mozzi). Sicuramente la riacquistata verve la si deve anche ai magici contributi atletici di Nicola Carboni: stavolta mette all’angolo l’ex Giuseppe Lepori e Lai. I sussulti marcozziani di Mozzi e Lepori hanno come vittime il presidente Celestino Pusceddu e Marco Schirru.

Si fa sotto anche l’Azzurra con un inequivocabile 5-1 sulla forte La Saetta, mentre perde l’imbattibilità il TT Carbonia che ha trovato sul suo cammino una Muraverese rinata con l’innesto del rientrante Andrea Giorgi e l’apporto del redivivo Marco Cocco che rendono tutto meno problematico al loro compagno Pierluigi Montalbano. Le prime due sfide sono quelle più entusiasmanti con Giorgi e Cocco che si servono del quinto set per lasciare con un pugno di mosche Enrico Bianciardi e Federico Ibba entrambi temporaneamente in vantaggio per 2-1. Montalbano coglie l’attimo per chiudere la prima turnazione in bellezza frastornando Luciano Macrì. La partita si chiude con la seconda chicca di Giorgi che non viene impensierito da Marco Ibba. Inutili i due successi sulcitani di Macrì e Federico Ibba su Cocco e Montalbano.

Il peso specifico del Cagliari TT trae fondamento da un sorprendente Paolo Marinelli che con l’invidiabile media di 85,7% sta consentendogli di restare saldamente a galla. È lui il propiziatore del secondo successo stagionale sul Tennistavolo Decimomannu che non ha ancora mosso la classifica. Il pongista sarrabese si misura con l’ostico compositore Carlo Orrù e poi col medico Salvatore Garau garantendo i due punti. Emerge pure il suo compagno Dzintars Lai che non lascia nemmeno un set sia a Paolo Soraggi, sia ad Efisio Sirigu. Il team decimese raccoglie un po’ d’orgoglio attraverso Garau e Soraggi, bravi a neutralizzare Aldo Puleo e Giuseppe Curreli.

Il calendario propone: Torrellas-Muraverese; Azzurra-Marcozzi; Decimomannu-La Saetta

L’ APPROFONDIMENTO

Con Alessandro Polese

L’avvocato in forza all’Azzurra Cagliari risponde alle domande di rito, consapevole che il suo collettivo possa diventare protagonista del girone.

Alessandro, i risultati della quarta giornata come sono stati a tuo avviso?

La classifica è estremamente corta, questo vuol dire che le squadre sono molto equilibrate e che sarà un bel campionato combattuto sino alla fine.

Ci descrivi il vostro successo su La Saetta?

A discapito del risultato è stato un incontro tendenzialmente combattuto. Partiamo con una sconfitta: il nostro Gianmichele Zanelli cede il passo per 3-2 ad un Alessandro Mercenaro che sbaglia poco e centra numerosi spigoli e retine (ma si sa, fa parte del gioco e del giocatore che rischia). A seguire i nostri 5 punti che ci hanno condotto alla vittoria. Prima Guido Lampis che batte 3-0 Gianluca De Vita; io batto sempre per 3 a 0 Giordano Sini, incontro non semplice e ricco di ottimi scambi. È di nuovo il turno di Guido che batte Alessandro Mercenaro per 3-1 non senza una certa apprensione; poi il turno di Gianmichele su Giordano che vince per 3-1 in un incontro veramente tirato e complicato per entrambi i giocatori. In chiusura il nostro Presidente Giovanni Pomata mette il sigillo battendo per 3 a 1 Alessandro Concu.

Dopo 4 giornate che ambizioni avete?

Di salire, senza se e senza ma.

Quali sono gli avversari che temi di più e chi vincerà secondo te il campionato?

Sono tutti temibili, con esperienza e abilità di gioco. Non so chi vincerà ma noi cercheremo di esserci…Buon campionato a tutti!

D2: GLI AGGIORNAMENTI DAI SEI GIRONI

Rinviate le due partite del girone A, si passa al B dove la leader Tennistavolo Oristano rispetta il pronostico nei confronti dei piccoli del TT Guspini B Francesco Sogus ed Elena Kuznetsova guidati da Gian Paolo Collu. Punti di Emanuele Marras, Sebastiano Urrai (2), Carlo Carta, Salvatore Sanna. Anche l’altra formazione guspinese deve arrendersi nel derby del medio Campidano giocato con l’Atletica Serramanna che riesce a far tornare sui campi nientepopodimeno che Mariano Zucca: timbra subito il cartellino sgominando le resistenze di Christian Liscia e poi del veterano Sergio Vacca. Lo imitano Adriano Zucca e Beniamino Pillitu con un punto a testa, mentre nel team del presidente Michele Lai rendono meno amaro il boccone Vacca e Giorgio Onnis che si consentono al collettivo di ritrovarsi momentaneamente in vantaggio per 2-1.

Il Torrellas Gialla sconfigge 5-1 il Fermi Iglesias e si scopre primo in classifica del girone C. Artefici del secondo successo consecutivo Antonio Cingolani (2), Antonello Migliaccio e Luigi Congiu (2). Roberto Pili (che ha giocato con Sergio Aramu e Maurizio Vacca), ha reso meno pesante il risultato.  

Francesco Mela e Michael Belmonte sono i migliori marcatori del match vinto dal Decimomannu Rossa sui giovani virgulti del Torrellas. A loro si associa anche Leonardo Cirina arresosi però a Lorenzo Anedda che ha condiviso l’esperienza con le compagnette Benedetta Cingolani, Letizia Pusceddu e Elisa Floris.

Sul big match del girone D tra Tennistavolo Quartu e Monserrato, chiusosi in parità, parola a Gianfranco Ibba che fa un quadro globale della situazione: “Avremo potuto fare meglio, Nicola Orani ha garantito le sue due vittorie su Gian Paolo Manca e Sandrino Picciau, io purtroppo ho ceduto a Riccardo Di Giovanni, ma sono uscito invece vittorioso su Picciau. Enrico Dessalvi, nuova leva del TT Quartu, essendo alle prime armi, ha dimostrato tanta crescita ma gli è mancata l’esperienza per riuscire a superare gli avversari, perdendo con Di Giovanni e con Manca. Le nostre ambizioni sono quelle di riuscire a vincere il titolo in D2 per poter salire nella categoria superiore. Personalmente non conosco tutti gli avversari che dovrò incontrare in futuro, considerando la sconfitta che ho subito contro Di Giovanni, per ora, posso dire che attendo il girone di ritorno per avere una seconda possibilità per levarmi il timore di una seconda sconfitta. Attualmente il nostro compagno Vincenzo Meloni è fermo per cause di forza maggiore, appena sarà in forza potremmo essere certi di avere il 100% di resa e competizione”.

Nell’altra sfida del raggruppamento La Saetta Verde prevale sulla Marcozzi Old con le doppie segnature dei paralimpici Pietro Ghiani e Romano Monni, mentre Chiara Cottiglia ha dovuto sollevare bandiera bianca opposta a Roberto Pusceddu e Gianpiero Cabras. Non fa punti il marcozziano Marco Marturano.

Scendendo nel Sarrabus, si disputa una sola gara del girone E tra Muraverese Gialla e Muravera TT. Un derby molto sentito dalle tifoserie che hanno acclamato i propri beniamini che costituiscono un divertente mix di prima e seconda giovinezza. Vince il club del presidente Luciano Saiu che può contare sull’efficace apporto di Alessandra Stori nelle veci di chioccia nei confronti delle promettenti Anna Dessì e Claudia Melis. I simpatici atleti di marca muraverese provano in tutti i modi di contrastare le avversarie ma possono realizzare appena due punti con Francesco Marotta e Antonio Agostinelli; nulla da fare per Patrizia Ruani.

Procede spedito il girone F giunto alla quarta giornata che proponeva uno scontro d’alta classifica: il Decimomannu Blu ha raggiunto in vetta La Saetta Rossa grazie ad un sudato 4-2. Il saettino Mattia Pala sblocca il risultato su Francesco Garau, ma i decimesi rimediano subito con l’operazione sorpasso tramata da Daniele Pitzanti (su Francesco Murtas) e Andre Decroce (su Simone Sebis). È ancora Pala a mantenere alte le speranze di ottenere almeno un pari sbaragliando Pitzanti. Tra Sebis e Garau è lotta senza tregua fino a quando il guspinese non riesce a prevalere alla quinta frazione con un secco 11-3. Decroce consegna la vittoria superando Alessio Picciau.

Nell’altro incontro il Monserrato KK esulta per il primo storico trionfo ai danni della Marcozzi Young. Daniele Pau e Gianluca Pani aprono le danze per la formazione paulese (ne fanno le spese Mattia Mazzola e Varis Lai). Accorcia le distanze Filippo Picciau ma Pani ripristina le distanze su Samuele Cannas. Ancora Picciau conferma la sua media ineccepibile (100%) lasciando a bocca asciutta Davide Corpino. Ma non è supportato da compagni della sua stessa risma che lasciano ampi varchi d’azione. L’ultimo punto KK è di Davide Zurru arrivato al quinto set contro Varis Lai.

Nella foto: La sfida tra Tania Plaian e maria Xiao (A&M Fotografia Sportiva)

Autore