• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Sindaci della Presila catanzarese a Sorical, "potenziare e rinnovare l'acquedotto Alto Simeri”

Calabria > Catanzaro

Nota stampa congiunta dei Sindaci di Albi, Taverna, Sorbo San Basile, Fossato Serralta, Pentone, Magisano, Zagarise, Sellia, Simeri Crichi e Soveria Simeri

Stamani, giovedì 3 dicembre, assieme al Sindaco di Magisano Fiore Tozzo ed al Consigliere delegato di Albi Giovanni Cosco, comunque in rappresentanza dei sindaci dei 10 Comuni della Presila catanzarese che insistono sul sistema acquedottistico denominato “Alto Simeri” abbiamo incontrato presso la sede della SORICAL spa il Commissario Straordinario Cataldo Calabretta, coadiuvato dall’Ing. De Marco e dal Geom. Tommaso La Porta.

Durante la riunione è stata approfondita la situazione dell’Acquedotto Alto Simeri, realizzato nei primi anni 60 del secolo scorso, che alimenta con una portata di 60 litri/secondo i Comuni di Albi, Taverna, Sorbo San Basile, Fossato Serralta, Pentone, Magisano, Zagarise, Sellia, Simeri Crichi e Soveria Simeri, per un bacino di oltre 16 mila abitanti residenti.

Uno schema distributivo oramai vetusto e con un deficit idrico sistematico che penalizza enormemente i suddetti centri abitati; difatti, a fronte di una consistente disponibilità di portata alle sorgenti, l’attuale sistema di adduzione non può consentire una maggiore distribuzione che sarebbe quanto mai necessaria alle attuali esigenze di un territorio che paga nella sua interezza un ritardo infrastrutturale non più tollerabile.

Si ricorda, al riguardo, l’apposito convegno tenutosi giusto un anno fa nel Comune di Zagarise, alla presenza dell’allora Presidente Oliverio, durante il quale si assunse formale impegno alla programmazione con fondi ministeriali del raddoppio della condotta, che sviluppa circa 4,2 km, per consentire una portata aggiuntiva di 20 litri/secondo sufficiente al superamento dell’attuale deficit.

Oggi, abbiamo avuto modo di constatare in Sorical che all’impegno assunto è seguito formale inserimento nello schema degli interventi di riconfigurazione degli acquedotti della Calabria, trasmesso dal Dipartimento Presidenza della Regione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, del potenziamento Acquedotto Alto Simeri con priorità altissima per una previsione di spesa di 2 milioni di euro, a valere sugli interventi infrastrutture idriche – Programma 2020/2029 – Legge di Bilancio 2018.

Abbiamo, altresì, acquisito l’immediata disponibilità dal Commissario Cataldo Calabretta alla celere predisposizione di progettazione di livello adeguato per la riduzione dei tempi successivi all’auspicata approvazione ministeriale.

Insomma, una buona notizia che fa ben sperare per l’immediato futuro dei nostri territori in cui da troppo tempo si constata l’assenza di grandi investimenti nel comparto idrico.


Sindaci della Presila