• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Prima sconfitta interna per il San Luca. L’F.C. Messina passa con il minimo scarto

Calabria > Reggio Calabria

SAN LUCA, 21 FEB - Primo passo falso interno del San Luca di mister Ciccio Cozza che al “Corrado Alvaro”, in occasione della 18^ giornata di campionato (1^ di ritorno), lascia l’intera  posta all’F.C. Messina che s’impone con il minimo scarto (0-1). Questa di oggi è la prima sconfitta casalinga dei giallorossi sanluchesi dopo oltre tre anni d’imbattibilità, l’ultima sconfitta era datata gennaio 2018. L’incontro tra le due squadre, che ricordiamo navigano nei piani alti della classifica:  24 punti per il San Luca, ma con 3 patite da recuperare e 31 per l’F.C. Messina con 2 partite da recuperare, era  molto atteso ed ha rispecchiato i valori contrapposti in campo, tant’è che le occasioni da rete sono venute con il contagocce e solo in qualche rarissima occasione nata da calcio piazzato. Non è stato certamente un bel match, il gioco è ristagnato per lo più a centro campo facendo registrare soltanto numerose punizioni dalla lunga distanza, qualche ammonizione e due espulsioni: Pezzati per il San Luca e Bianco per gli ospiti, per il resto solo un batti e ribatti sterile che non ha prodotto alcunchè sotto porta. 

I padroni di casa si presentano sul rettangolo di gioco con un modulo diverso dal solito, un 4-3-2-1 che la dice lunga sul timore di subire le folate degli avversari, di contro l’F.C. Messina scende in campo con un classico  4-4-2 che sortisce, invece,  l’effetto voluto cioè quello d’imbrigliare il gioco del San Luca che soffre (e si vede!)  la giornata no di alcuni suoi elementi fondamentali per l’intera economia del gioco.

La cronaca: il primo sussulto si ha subito, dopo appena 7 secondi, è Lodi (eccellente la sua prova) a  lanciare lungo sull’out destro Arena che, superato il suo avversario, con l’esterno destro da poco fuori area mette in mezzo la palla che attraversa tutto lo spazio senza essere intercettata né da Caballero né da Palma e l’azione sfuma in angolo deviata da un difensore. Risponde il San Luca dopo qualche minuto con Leveque, che batte dalla sinistra una punizione lunga e tesa però la palla viene solo sfiorata da un compagno e si spegne sul fondo alla destra di Marone. Poi, nel breve volgere di alcuni minuti,  altre tre punizioni battute sempre del mancino Lodi che, anche da distanza considerevole, impegnano l’attento Scuffia che rimedia in angolo.

Nella ripresa la partita si sblocca quasi subito, al 4’ minuto, quando con un lungo lancio da centrocampo di Casella la palla viene rinviata erroneamente di petto da un giocatore del San Luca (per questo, mister Cozza, si è molto arrabbiato in conferenza stampa) che lascia praticamente sul posto la palla, su di essa si avventa come un falco Caballero che con una rasoiata certosina colloca la palla nell’angolo basso  alla sinistra di Scuffia che nulla può, è lo 0-1 per gli ospiti. Per il resto del tempo abbiamo registrato soltanto un assalto confuso del San Luca apparso molto spuntato in avanti (in settimana potrebbero esserci importanti novità in questo settore), ed un susseguirsi di cambi. Un solo momento di suspance si è avuto quando l’arbitro, a seguito di un’azione in area che ha provocato un calcio d’angolo per il Messina, ancor prima di battere dalla bandierina, e quindi a gioco fermo, vede un fallo in area su Palma e decreta il calcio di rigore, richiamato dal suo guardialinee revoca la sua decisione che, se confermata, avrebbe avuto dell’incredibile! Fino alla fine null’altro e giallorossi messinesi che espugnano il “Corrado Alvaro” compiendo così un bel balzo in avanti in classifica. Deludente la prova dell'arbitro che ha provocato, in conferenza stampa, le rimostranze pacate ma precise di mister Cozza. Per i padroni di casa è il momento della riflessione e di serrare i ranghi, anche perché  il prossimo avversario è di quelli tosti…la Gelbison che sta macinando gioco, vittorie e punti proprio come l’F.C. Messina visto oggi.

Le formazioni:

San Luca (4-2-3-1): Scuffia, Pezzati, Greco (15’ s.t. Marchionna), Murdaca, Fiumara, Spinaci, Carbone, Vigolo (31’ s.t. F. Giorgi), Pelle, Salom (38’ p.t. Nagore), Leveque. A disposizione: Callejo, Pitto, Nirta, Mammoliti, Arcuri, Lorefice. Mister Francesco Cozza

F.C. Messina (4-3-3-): Marone, Da Silva, Giuffrida (37’ s.t. Garetto), Palma, Casella, Lodi, Fissore, Caballero (16’ s.t. Piccioni), Ricossa, Arena (20’ s.t. Bevis), Bianco. A disposiziione: Monti, Coria, Agnelli, Mukiele, Panebianco, Cangemi. Mister Massimo Costantino

Arbitro: Francesco Lipizer (Sez. di Verona)

Assisenti: Riccardo Marra (Sez. Milano) e Marco Marchesin (Sez. Rovigo).




Pasquale Rosaci