• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Covid. A Pasqua tavole vuote per 5,6 milioni di poveri (+1 mln)

Lazio > Roma

ROMA, 29 MAR - Mai così tanti italiani in difficoltà a Pasqua per colpa dell'emergenza Covid che ha fatto salire a 5,6 milioni in Italia le persone in povertà assoluta, 1 milione in più rispetto allo scorso anno con il record negativo dall'inizio del secolo. E' quanto emerge dall'analisi di Coldiretti su dati Istat, divulgata in occasione dell' operazione di solidarietà del sistema agroalimentare presentata al premier Mario Draghi dalla Coldiretti.

Oltre una famiglia su quattro (28,8%) ha dichiarato un peggioramento della propria situazione economica nel 2020 rispetto all'anno precedente, che ha colpito di più le regioni ricche del Centro (30,5%) e del Nord (28,8%) rispetto al Mezzogiorno (27,7%).

La povertà, precisa la Coldiretti, cresce soprattutto al Nord, dove la percentuale di poveri assoluti passa dal 6,8% al 9,4%.

Tra i nuovi poveri ci persone e famiglie che mai prima d'ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche, evidenzia la Coldiretti, con oltre 1,3 milione di bambini e ragazzi under 18, 209 mila in più rispetto al 2019. Per arginare questa situazione il 30% degli italiani per Pasqua partecipa a iniziative di solidarietà, fa beneficienza e donazioni per aiutare le famiglie più bisognose.

Una mobilitazione che vede percentuali maggiori di adesione proprio nelle aree meno prospere del Paese, spiega Coldiretti, dal 33% del Centro al 39% del Sud, con una corsa alla solidarietà che coinvolge più le donne (35%) rispetto agli uomini (24%).

"E' uno sforzo corale - commenta il presidente di Coldiretti Ettore Prandini che dimostra la capacità dell'Italia di unirsi e mobilitare risorse per uscire insieme dalla crisi".