• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Sigarette, quanto costa fumare: anche nel 2021 sono aumentati i prezzi

Lombardia > Milano

I fumatori sanno bene che le sigarette rappresentano un costo mensile notevole e che ogni anno vanno letteralmente in fumo centinaia di euro. Anche se si fa di tutto per non pensarci, preferendo volgere lo sguardo altrove, in realtà questo vizio pesa parecchio sul portafoglio. E pesa ogni anno di più, alla luce dei rincari sulle sigarette, che aumentano in maniera costante e che continueranno ad aumentare anche in futuro.

Quanto costano le sigarette?

Considerando che il costo medio di un pacchetto corrisponde a circa 5 euro e (se si prende in analisi una media) un fumatore ne consuma almeno 250 ogni anno, ecco che il calcolo risulta molto semplice: in una situazione come questa, le sigarette costano oltre 1.200 euro annui. Se poi si analizza nel complesso la spesa di un fumatore, in 30 anni di tabagismo si parla di quasi 40 mila euro spesi in sigarette, una somma non indifferente.

In una circostanza simile può essere intuitivo voler puntare a un maggiore risparmio a fine mese. Le soluzioni comunque esistono: si può ad esempio prendere in considerazione l’idea di passare a un nuovo dispositivo elettronico come le e-cig. In questo modo, oltre ad avere una grande varietà di liquidi per sigaretta elettronica a disposizione, dopo aver acquistato il kit iniziale si potranno notare sin da subito gli abbassamenti dei costi nel lungo periodo. Considerando che, si stima, in media si andranno a risparmiare circa un centinaio d’euro al mese, è intuibile quanto possa cambiare la situazione economica di un fumatore.

Le sigarette costano sempre di più

Chi ha iniziato a fumare durante i primi anni 2000 ricorderà che il costo di un pacchetto si aggirava intorno ai 3 euro circa. Oggi abbiamo abbondantemente superato i 5 euro, e negli anni a venire il prezzo dei pacchetti salirà ancora. In base a quale meccanismo è possibile dare per certa questa tendenza al rialzo? A causa del carico fiscale e dell’inflazione, e anche per via del fatto che la nicchia del tabacco riscaldato sta rubando fette di mercato importanti alle sigarette.

Come anticipato poco sopra, il costo è destinato a salire, e non è escluso che in futuro diverrà ancor più alto come misura deterrente, come è già avvenuto. Nonostante per molti l’aumento di prezzo non fermerà i fumatori, questo progressivo aumento rende le sigarette un investimento pesante che a lungo andare si farà sentire sulle tasche degli italiani. Non è calcolabile di quanto si alzerà il loro costo nei prossimi anni, ma è una tendenza che sta coinvolgendo anche paesi europei ed extraeuropei.