• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Olimpiadi Tokyo: due atleti positivi al covid nel villaggio olimpico

Puglia > Bari

Sono stati annunciati oggi domenica 18 luglio, da parte degli organizzatori delle Olimpiadi di Tokio i test nasofaringei positivi di due atleti presenti al Villaggio Olimpico. Sono ora costretti a "mangiare nella loro stanza, allenarsi separatamente e prendere un trasporto separato", ha spiegato Pierre Ducrey, vicedirettore dei Giochi olimpici. Già nella giornata di sabato, gli organizzatori avevano annunciato il primo caso nel villaggio, ma secondo il rapporto aggiornato questa mattina non si trattava di uno sportivo.

Le nazionalità e le discipline esercitate da questi atleti non sono state rese note. Già dall'arrivo delle delegazioni, “quattro atleti sono risultati positivi al Covid”, precisa Tokyo-2020, che comunicherà ogni giorno i risultati dei test effettuati quotidianamente su atleti, supervisori e funzionari accreditati per i Giochi.

Da pate sua, il Comitato Olimpico Internazionale (CIO), ha confermato che uno dei suoi membri, il sudcoreano Seung Min Ryu, già al suo arrivo nel Villaggio Olimpico è risultato positivo. Martedì e mercoledì i 102 membri dell'organismo si riuniranno in un palazzo della capitale giapponese per l'assemblea generale dell'organizzazione.

"Probabilmente è la popolazione più controllata al mondo in questo momento", ha rassicurato Pierre Ducrey. A distanza di cinque giorni dall'apertura delle Olimpiadi, (che avranno inizio il 23 luglio e termineranno l’ 8 agosto), i casi si stanno moltiplicando, pur restando marginali rispetto al numero totale dei partecipanti a questo incontro planetario. 

Il Villaggio Olimpico è attrezzato con test Covid e centri sanitari, con cartelli che ricordano ai residenti di indossare maschere per il viso e di mantenere almeno un metro di distanza l'uno dall'altro. Gli atleti saranno testati quotidianamente, nel caso dovessero risultare positivi, saranno portati in una struttura di isolamento fuori dal Villaggio Olimpico e non potranno competere.

Altre misure nel villaggio includono la limitazione della capacità delle strutture interne, come ad esempio le mense, dove i residenti saranno separati da barriere di plastica.

Il Paese ha visto un'enorme seconda ondata nella scorsa primavera, con un picco ad aprile e maggio con quasi 6.000 nuovi casi al giorno. I casi hanno iniziato a diminuire a giugno, ma sono aumentati nelle ultime settimane, suscitando timori che l'arrivo di squadre da oltre 200 paesi possa trasformare i Giochi in un evento globale di super diffusione.

Le Olimpiadi di Tokyo erano già state rinviate di un anno a causa della pandemia e in Giappone sono state messe in atto rigorose misure sanitarie. Quasi tutti gli eventi olimpici si svolgeranno a porte chiuse e le decine di migliaia di partecipanti - dagli atleti ai funzionari, compresi i giornalisti stranieri - sono soggetti a restrizioni draconiane a causa dei rischi per la salute.

Luigi Palumbo

Fonte immagine nytimes