• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Morte Jole Santelli. Le reazioni alla notizia del mondo politico ed imprenditoriale

Calabria > Catanzaro

CATANZARO, 15 OTT - Di seguito riportiamo le reazioni del mondo politico ed imprenditoriale alla sconvolgente notizia del decesso del Presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, avvenuto nel corso della nottata a Cosenza presso la sua abitazione.

***Sergio Mattarella, Preseidente della Repubblica: "È stata una figura rappresentativa del partito di cui era dirigente, e al tempo stesso consapevole che le istituzioni sono la casa comune"

***Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri: "Una perdita dolorosa! La scomparsa di Jole Santelli è una ferita profonda per la Calabria e per le Istituzioni tutte. Il mio pensiero commosso e le più sentite condoglianze ai suoi familiari"

***Silvio Berlusconi, Presidente FI: “Nessuna parola è adeguata ad esprimere il mio dolore e quello di tutti noi di Forza Italia. Jole lascia davvero un vuoto incolmabile nelle nostre anime”

***Giorgia Meloni, Presidente FDI: “Siamo sconvolti dalla notizia della scomparsa del presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. Ci lascia un’amica, una donna coraggiosa, un politico fiero e orgoglioso delle sue idee, che ha combattuto per la sua terra. Condoglianze alla famiglia da parte mia e di tutta FDI” 

***Matteo Salvini, Segretario nazionale della Lega: “Andarsene a soli 51 anni, dopo aver lavorato per la tua gente, con il sorriso, fino a poche ore fa. La Calabria e l’Italia ti abbracciano Jole, una preghiera per te e un pensiero alla tua famiglia, ai tuoi amici e a tutta la tua comunità. Buon viaggio”

***Luigi Di Maio, Ministro degli Esteri: “Una notizia che sconvolge tutti. La morte di Jole Santelli, eletta meno di un anno fa presidente della Regione Calabria, ci rattrista profondamente. La mia vicinanza alla sua famiglia, ai suoi cari, a chi l’ha sempre amata e la amerà per sempre”

*** Francesco Boccia, Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie: "Sono sconvolto dalla scomparsa di Jole, cara amica e rappresentante straordinaria e appassionata del sud. Ci siamo confrontati anche con determinazione ma senza far mancare mai il rispetto reciproco. Non posso credere di non poterla piu vedere al nostro tavolo. È una perdita incolmabile per la Calabria, per il mezzogiorno e per l'Italia intera. Sono vicino alla sua famiglia, a tutto il centrodestra e, soprattutto, a tutti coloro che le volevano bene. Il governo tutto si stringe intorno alla Calabria, per rispetto di Jole la seduta della Conferenza Stato-Regioni prevista per oggi sarà rinviata". Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia che ha appena sentito al telefono il Vice Presidente Antonino Spirlì al quale ha trasmesso il cordoglio sentito di tutto il Governo.

***Sindaco di Catanzaro e Presidente della Provincia, Sergio Abramo: "Sono sinceramente e profondamente addolorato: la scomparsa di Jole Santelli è una gravissima perdita per la Calabria. La conoscevo da tempo e da tempo  eravamo amici, abbiamo condiviso tante battaglie politiche, per ultime le sfide che aveva messo davanti a noi amministratori, l'emergenza coronavirus, affrontata dalla governatrice con un piglio sicuro ed efficacia produttiva. Proprio questo suo, purtroppo molto breve, periodo alla guida della Regione, aveva fatto vedere in tutta evidenza le sue straordinarie capacità amministrative, non solo politiche. Seria, competente, incisiva, disponibile al dialogo e al confronto con i territori ed i cittadini, Jole Santelli avrebbe continuato a svolgere un ottimo lavoro permettendo alla Calabria di rialzare la testa. In questo memento che ha lasciato tutti sgomenti credo di poter rappresentare il sentimento di tutta la città e della provincia di Catanzaro, inviando un abbraccio commosso alla famiglia Santelli. Jole ci mancherà, ma mancherà alla politica calabrese e alla Calabria tutta"

***Mons. Vincenzo Bertolone, Arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, Presidente  CEC:  Il dolore della Chiesa calabrese per la prematura scomparsa della Presidente on. Iole Santelli. La notizia della prematura scomparsa della Presidente della Regione Calabria, on.le Iole Santelli, addolora profondamente tutti i calabresi e suscita un sentimento di profonda tristezza di fronte a una vita strappata così presto alla terra. I Vescovi calabresi manifestano il loro cordoglio ed esprimono le più sentite condoglianze ai familiari, parenti ed amici, accompagnate dalla preghiera di suffragio perché Dio, per intercessione della Beata Vergine Maria ottenga alla carissima Jole di contemplare la luce del  Volto di Cristo e irradiarla sul volto di chi l’ha amata e apprezzata e continua ad amarla nell’orizzonte del Risorto che vince la morte.

***Unione Sindacale di Base   (USB):  Regione Calabria. il nostro cordoglio ad un avversario politico come Jole SANTELLI.  Doveroso rispetto dell’avversario politico che in questi pochi mesi abbiamo avuto modo di confrontarci, rispetto come tratto distintivi della democrazia. Oggi è il momento di fermarci  e soffermarmici sulla capacità di  rispettare gli avversari per come avveniva quando si dialogava con loro,  un costume, una mentalità, che la politica italiana, fuori dagli schemi dal perenne gioco delle tifoserie ha perso,  - che non fa altro spesso ad ammantare le divisioni di una nebbia ideologica molto simile a un retorico polverone e incapace di parlare ormai a una società rinnovata.   Come USB abbiamo avuto molti scontri su tematiche regionali, che riprenderemo;  siamo stati “il sindacato”  che ha sindacato, che non ha condiviso le sue posizioni politiche, ma questo declino improvviso e inesorabile ci è parso ingiusto anche perché,  Jole Santelli, a parte essere stata la governatrice della Calabria, amava profondamente la funzione politica nella società, tanto è  che ha rappresentato nella sua vita uno dei tanti obiettivi politici umanamente sentito e praticato. La USB si unisce al cordoglio generale per la scomparsa prematura. 

***Comitato Magna Graecia:  Il Comitato esprime le più sentite condoglianze a tutti i familiari ed i conoscenti della Presidente Jole Santelli a seguito della morte avvenuta nella notte appena trascorsa.  La prima Presidente donna della Regione ci lascia nel pieno della sua maturità e solo dopo appena 9 mesi dalla sua nomina a Governatore della Regione.  Come Comitato esprimiamo tutta la nostra amarezza per l'accaduto.

***Mamone (Unsic): Donna leale, coerente e aperta. “L’improvvisa scomparsa a soli 51 anni della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, ci priva umanamente, professionalmente e politicamente di una donna di valore, che nei pochi mesi al vertice della Regione ha saputo dimostrare le sue qualità con scelte dettate dal buon senso e dalla lungimiranza, specie nell’affrontare l’emergenza del Covid-19 – scrive Domenico Mamone, calabrese, presidente dell’Unsic. Ne voglio ricordare la passione per la gente e per la politica, figlia di un professore di filosofia e nipote di Giacomo Mancini – continua Mamone. “Ma anche la condivisione del valore della famiglia, prima di tre sorelle a cui era molto legata e la prestigiosa carriera universitaria e politica. Per descriversi aveva scelto tre aggettivi: leale, coerente e aperta. Sulla lealtà ricordava che, a differenza della fedeltà che equivale a dire sempre di sì a prescindere , le persone leali sanno dire di no e io le preferisco. Sottoscriviamo i tre aggettivi. La Calabria e l’Italia intera perde una donna di assoluto valore”

***Unindustria Calabria:  ll presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara, insieme ai colleghi presidenti delle articolazioni territoriali provinciali Fortunato Amarelli, Rocco Colacchio, Mario Spanò e Domenico Vecchio, il presidente di Ance Calabria Giovan Battista Perciaccante insieme ai colleghi presidenti delle articolazioni territoriali provinciali Luigi Alfieri, Gaetano Macrì, Giovanni Mazzei e Francesco Siclari, il vicepresidente nazionale Natale Mazzuca, la presidente regionale del gruppo Giovani Imprenditori Marella Burza, il presidente di Piccola industria regionale Daniele Diano e gli organismi direttivi tutti esprimono profondo cordoglio per la morte della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. Prima presidente donna della Calabria, Santelli ha lavorato alacremente per il rilancio della nostra terra dimostrando grandi capacità di ascolto e di programmazione. Figura carismatica e forte dal carattere combattivo e determinato che l’ha portata ad affermarsi anche a livello nazionale con prestigiosi e autorevoli incarichi, quali quello di sottosegretaria di Stato al Ministero della giustizia, nonché di sottosegretaria al Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Dal momento della sua elezione a presidente della Calabria, ha svolto il suo incarico con grande impegno ,dedizione e sensibilità. Non da ultimo si ricorda il grande sforzo della presidente Santelli a sostegno dell’imprenditoria calabrese con la stipula del protocollo per lo sviluppo dell’economia. La notizia di oggi lascia in tutti noi un grande vuoto. Alla famiglia della presidente, Unindustria Calabria esprime le più sincere condoglianze.

*** Consigliere Regionale Pd Libero Notarangelo:  “La prematura, inaspettata, scomparsa della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, ci lascia – senza ipocrisia – senza parole. Davanti alla solennità della morte non ci sono steccati ideologici, divergenze politiche, sterili discussioni sul modo di governare la nostra regione che amava moltissimo”. E’ quanto afferma il consigliere regionale del Pd, Libero Notarangelo. La presidente Santelli ha saputo trasformare in vitalità incosciente il dolore, e in coraggio la pressione e la preoccupazione per un percorso in salita, complicato dalle incognite della malattia che ha combattuto fino alla fine – ha detto ancora Notarangelo – ha sfidato la sorte con il sorriso. Alla famiglia prima di tutto, che amava tanto e dalla quale era amatissima, la più sincera vicinanza”

***Deputato Pd Antonio Viscomi:  “Senza parole. Attonito per la morte improvvisa, inaspettata, dolorosa di Jole Santelli. Incapace di immaginare nella fredda immobilità della morte la sua gioiosa vitalità e il suo sorriso, sempre capace di trasformare l’agire politico in un incontro tra persone. E’ sempre stato così: in Parlamento, al Ministero, al Comune e da ultimo in Regione. Pronta ad ascoltare e a ricercare soluzioni quanto più condivise possibili, attenta al merito delle persone e sempre ancorata ai valori solidi della democrazia liberale. Ora è il momento di stringersi al dolore della sua famiglia, alla quale esprimo il più sentito cordoglio”.  Così Antonio Viscomi, deputato calabrese del Partito Democratico, appresa la notizia della morte di Jole Santelli, Presidente della Regione Calabria.

***Gabriele Muccino, regista: “Sconvolto dalla morte della Presidente della Regione Calabria Jole Santelli. Recentemente ho realizzato una campagna promozionale per il rilancio della sua straordinaria regione. Amava moltissimo la sua terra, era fiera e combattiva. R.I.P” 

***Francesco Mauro, Sindaco di Sellia Marina: Con molto dispiacere apprendo la prematura e improvvisa morte della cara Presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. In segno di lutto istituzionale, alla Casa Comunale, la bandiera è avvolta dal drappo nero. A nome dell'Amministrazione Comunale e di tutta la comunità di Sellia Marina, giungano sentimenti di cordoglio ed affetto alla Sua cara famiglia"

***Antonio Montuoro, Vice Presidente Provincia di Catanzaro: “La Calabria oggi piange la scomparsa della sua Presidente, Jole Santelli, che se ne è andata improvvisamente nella notte, lasciando un vuoto doloroso in tutta la comunità. E’ stato troppo breve il lasso di tempo che l’ha vista ricoprire il complesso ruolo di guida della Regione, designata da Forza Italia ed eletta a gran voce dai calabresi, in un periodo storico tra l’altro  segnato dall’emergenza covid. Eppure, dallo scorso febbraio, Jole Santelli aveva affrontato tutti i problemi senza mai arretrare di un centimetro, mettendoci tutta se stessa, per rappresentare e salvaguardare il bene, gli interessi e i diritti dei calabresi. Il traguardo della presidenza della giunta regionale era stato il coronamento di un cammino politico che l’ha vista attraversare tutti i livelli istituzionali, da parlamentare, sottosegretario e amministratore. In ogni fase ha sempre dimostrato l’impegno, la passione e la dedizione che tutti le hanno sempre riconosciuto, anche nei periodi più difficili. Lottando fino all’ultimo, ha lasciato un’impronta nella storia regionale. In questo momento doloroso, voglio esprimere il mio più profondo cordoglio e commossa vicinanza alla sua famiglia” 

***La Giunta Regionale della Calabria: "È stato un soffio, un soffio di entusiasmo, di forza e di amore: di amore per la nostra terra, da difendere da tutto e da tutti. Nella consapevolezza che la Calabria debba finalmente ritrovare l'orgoglio e la capacità di mostrare la sua infinita bellezza. Jole, la nostra cara Jole, credeva profondamente a tutto questo. E adesso è impossibile e straziante dirle addio"

***Gerardo Mario Oliverio, ex Presidente della Regione Calabria:  "Di fronte a questa triste notizia non ci sono parole. Ho conosciuto Iole prima ancora che fosse eletta in Parlamento ed ho avuto modo di apprezzare le sue qualità umane e la sua combattività. Sono sinceramente dispiaciuto per la sua immatura perdita"