Meteo: Weekend, giu le temperature, poi  da lunedì nubifragi e neve, le previsioni
Cronaca Lazio Roma

Meteo: Weekend, giu le temperature, poi da lunedì nubifragi e neve, le previsioni

sabato 12 novembre, 2022

Meteo: Weekend, giu le temperature, poi  da lunedì nubifragi e neve, le previsioni. Nel corso del weekend il tempo sull'Italia cambierà a causa del transito di una goccia fredda destinata ad attraversare il nostro Paese con moto retrogrado (ovvero da Sud verso Nord, il contrario rispetto a quanto avviene nella normalità).

Sembra dunque essere arrivata all'epilogo questa ennesima fase anomala sul fronte meteo climatico, che in questi giorni è stato ancora una volta ben poco consono al calendario su gran parte del nostro Paese, specie al Sud e sulle Isole Maggiori dove anche attualmente l'alta pressione mantiene una decisa stabilità atmosferica.

Proprio a cavallo dell'ormai imminente weekend ci attendiamo un generale cambiamento: i primi segnali si noteranno già Sabato 12 quando l'avvicinamento di un freddo vortice ciclonico dai vicini Balcani provocherà, entro la serata, alcune precipitazioni, anche a carattere temporalesco, al Sud, mentre una nuvolosità sempre più compatta avvolgerà i settori centrali adriatici e il Nord.


Il tutto sarà accompagnato da un rinforzo dei venti freddi orientali e dunque da un generalizzato calo delle temperature.
Durante la notte tra Sabato e Domenica il vortice si sposterà via via verso le regioni del Centro.

La giornata di Domenica è destinata a trascorrere all'insegna di un'atmosfera ben più autunnale rispetto a quella degli ultimi tempi, quanto meno su molte regioni: piogge frequenti interesseranno in particolare il Sud peninsulare, gran parte della fascia adriatica del Centro, la Sardegna orientale e la Romagna. Potrà verificarsi anche qualche spruzzata di neve sugli Appennini al di sopra dei 1700 metri circa.


La cartina che vi proponiamo qui sotto mette in evidenza la distribuzione e i quantitativi di pioggia previsti proprio per Domenica 13 Novembre: in primis, si può notare come le precipitazioni avranno una distribuzione piuttosto irregolare. In merito alla quantità della pioggia, nelle aree colorate di blu scuro si potranno registrare accumuli anche prossimi ai 40 mm (ovvero 40 litri per metro quadrato).

Previsione prossima settimana
 

Dalla prossima settimana cambierà tutto! L'Autunno ha deciso di fare sul serio, questa volta: sta infatti per arrivare un ciclone atlantico ricolmo di pioggia e pure neve che colpirà buona parte dell'Italia. Insomma prepariamoci ad una lunga fase di maltempo come non si vedeva ormai da tanto tempo, con un elevato rischio che possano verificarsi dei nubifragi.

 

Il tutto è causato da una decisa svolta a livello emisferico. In particolare, il comparto Atlantico inizia a ribollire e, dopo un lungo letargo, è pronto a sfornare un treno perturbazioni organizzate che avranno effetti diretti non solo sull'Italia, ma anche su gran parte del Vecchio Continente.

 

Il primo ciclone è atteso già in avvio della prossima settimana. L'inizio delle precipitazioni è atteso al Nordovest già tra la giornata di Lunedì 14 Novembre e quella di Martedì 15 Novembre in rapida estensione poi al resto delle regioni centro-settentrionali. Nella cartina qui sotto vi mostriamo le piogge attese Martedì 15: osservate il colore fucsia, che mette in evidenza le zone dove potrebbero cadere fino a 70 mm in 24 ore. 


Un fattore determinante sarà la temperatura ancora troppo elevata dei nostri mari, che potrebbe fornire l'energia necessaria (maggiore umidità nei bassi strati dell'atmosfera) per lo sviluppo di imponenti celle temporalesche in grado di scaricare al suolo ingenti quantità d'acqua nel giro di poche ore.


Con il tipo di configurazione attualmente prevista, gli occhi sono puntati in particolare al Nordest e alla fascia tirrenica: i principali modelli atmosferici iniziano a delineare infatti un quadro piuttosto preoccupante con il rischio di violente precipitazioni concentrate in zone ristrette del territorio. 

Non sono da escludere le famigerate alluvioni lampo che colpiscono zone ristrette di territorio, ma che possono causare ingenti danni, allagamenti e disagi alla circolazione stradale.
La cartina qui sotto mostra le piogge previste Mercoledì 16 Novembre: possiamo osservare la colorazione gialla e rossa all'estremo Nordest, che indica la possibilità di violente precipitazioni con cumulate addirittura fino ad 150 mm in 24 ore (150 litri di pioggia per metro quadrato).

Inoltre, visto il probabile calo termico dovuto alle correnti in discesa dal Nord Europa, potrebbe tornare pure la neve, anche copiosa sulle Alpi, con fiocchi fin sotto i 1500 metri di quota.

Le novità non sono finite qui. Verso la fine della prossima settimana (weekend del 19/20 Novembre), un secondo pericoloso ciclone potrebbe raggiungere il nostro Paese e provocare altre piogge abbondanti, localmente sotto forma di nubifragio. Su questo, tuttavia, potremo darvi maggiori indicazioni nei nostri prossimi aggiornamenti. Intanto ci aspetta una settimana pienamente autunnale su buona parte dell'Italia, purtroppo con tanti rischi. (iLMeteo)

  

In aggiornamento

   


Autore
https://www.infooggi.it - Il Diritto Di Sapere

Entra nel nostro Canale Telegram!

Ricevi tutte le notizie in tempo reale direttamente sul tuo smartphone!

Esplora la categoria
Cronaca.