• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo: da oggi, più caldo arriva l’ottobrata. Ecco l’evoluzione con previsioni prossima settimana

Calabria > Catanzaro

Da oggi domenica la pressione andrà ulteriormente aumentando aprendo così la strada, anche se non per tutti, ad una parentesi più calda condita da una contesto meteorologico sicuramente più stabile.
Nonostante continueremo ad avere un clima abbastanza fresco la notte e al primo mattino, le temperature massime faranno registrare un primo generale aumento. Ne saranno la chiara testimonianza i 21° previsti a Cagliari, i 20 gradi di Napoli e Palermo per poi salire lungo la Penisola ed osservare 19°C a Roma, 18 gradi a Firenze e su molti tratti della Val Padana dove la colonnina di mercurio oscillerà tra i 16 e i 18°C.

Ma non finirà qui! Con l'inizio della prossima settimana, una coraggiosa rimonta dell'alta pressione nord-africana provocherà un ulteriore aumento dei valori termici al Sud e su parte del Centro. Soprattutto da Martedì 20 e almeno fino a Venerdì 23, complice anche una maggior stabilità atmosferica, i termometri potrebbe salire ulteriormente fino a toccare punte di 23/24°C sulle aree più interne delle due isole Maggiori, sulla Calabria, in Puglia e fino a 20-21°C su molti tratti del Centro come a Roma e Firenze.

Termometri invece fermi al Nord dove, nonostante il clima sarà comunque abbastanza piacevole nelle ore diurne, registreremo un tipo di tempo più incerto a causa di una maggior ingerenza delle correnti umide ed instabili di origine atlantica (soprattutto al Nordovest).

In conclusione, potremmo trovarci di fronte ad una vera e propria ottobrata, termine con il quale si suole indicare una fase climatica gradevolmente mite in pieno mese di ottobre o addirittura a fine mese come in questo caso.

La parola deriva dall'ottobrata romana, tipica gita domenicale che si compiva appunto a Roma fino ai primi decenni del secolo scorso ( e perché no, anche oggi ) e che iniziava già dal giovedì: sin dal primo mattino dai rioni della capitale partivano carri trainati da cavalli, con destinazione agro romano e su di essi salivano 7 ragazze; alla guida, di fianco al cocchiere, c'era la "bellona", ovvero la più bella del gruppo.

Previsioni prossima settimana
La prossima settimana potrebbe essere caratterizzata da un inaspettato ribaltone: arriva l'ottobrata, con il ritorno di un clima caldo almeno su parte dell'Italia, soprattutto in relazione al periodo. D'altronde, ottobre è un mese tradizionalmente di passaggio, capace di regalare tante sorprese, se non veri e propri colpi di scena.
Ma vediamo cosa potrebbe accadere e dove sentiremo gli effetti di questa fase anomala analizzando l'ultimo aggiornamento a nostra disposizione.

Svolta con colpo di scena - Nella sfida tra le correnti fredde di origine nord-europea che hanno caratterizzato gli ultimi giorni in molte regioni ed il redivivo anticiclone Afro-Atlantico, le ultime proiezioni vedono quest'ultimo come vincitore!

Arriva il caldo - Dalla giornata di lunedì 19 ottobre l'anticiclone riuscirà ad imporsi, sotto la spinta di aria calda di origine sub-sahariana. Gioco forza, le temperature si alzeranno in maniera decisa fin verso i 23/24°C, ad appannaggio soprattutto delle nostre regioni centro meridionali e delle due Isole maggiori.

Attenzione, ciò non garantirà per forza la presenza del sole su tutta l'Italia, in quanto le correnti calde, attraversando i nostri mari, si caricheranno di umidità e potrebbero essere responsabili di un aumento delle nubi e anche di qualche precipitazione, specie al Nordovest tra mercoledì 21 e venerdì 23. Infine non dimentichiamoci la possibile formazione di primi temporanei banchi di nebbia al primo mattino sulle basse pianure della Valpadana e nelle valli del Centro.

In conclusione, tutto sommato, potremmo trovarci di fronte ad una vera e propria ottobrata, termine con il quale si suole indicare una fase climatica gradevolmente mite in pieno mese di ottobre o addirittura a fine mese come in questo caso.

La parola deriva dall'ottobrata romana, deriva dalle tradizionali feste (ottobrate appunto) che chiudevano il periodo della vendemmia nel mese di ottobre. Per celebrare il raccolto e la fine del duro lavoro, nelle giornate di giovedì e di domenica ogni famiglia organizzava una gita fuori porta (detta “ottobrata” per l’appunto) e da ogni rione partivano delle carrette adornate di campanacci, su cui sedevano le ragazze. Il resto della comitiva seguiva a piedi il carro fino alla destinazione. (iLMeteo)