• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

La Signora della guerra si chiama Vexana

Lazio > Roma

Roma, 22 giugno 2020 - Approdato dopo la Marvel (X-men) alla DC (Superman, Green Lantern), Amilcar Pinna arriva con le sue preziose matite a caratterizzare l’Universo Valiant assicurando tavole di ampio respiro alla saga di Vexana che – finalmente! - Star Comics lancia, per questa stagione, in un unico volume brossurato interamente scritto dalla validissima Tini Howard (Capitan America, Belit, Excalibut, Dottor Strange). 

Il racconto dal titolo “The Forgotten Queen”, ovvero la Regina dimenticata, porta alla ribalta la più sanguinaria figura femminile della mitologia Valiant. 

Vexana, nota anche come War-Monger, Signora della Guerra, è, infatti, l’assoluta protagonista di questa saga che la vede impegnata sin dall’impero mongolo del grande condottiero Temüjin, noto storicamente parlando come Gengis Khān, fino al sanguinario reame di Vlad III di Valacchia l’Impalatore, più conosciuto come Dracula, membro dell'Ordine del Drago, fondato per proteggere il cristianesimo nell'Europa orientale. 

La vicenda si snoda tra un presente che la vede emergere durante una missione di ricerca, impegnata in mare per il recupero di antichi cimeli, ed un passato che la vede invece – come entità immortale – attraversare i secoli fino ai giorni nostri. 

Considerata da tutti una strega – titolo a lei mai gradito – Vexana ha un unico potere: quello di contagiare ogni guerriero, provocando un’inestinguibile sete di sangue che caratterizzerà tutte le battaglie raccontate nel volume. 

Già nota ai fans Valiant che l’hanno vista all’opera tra le pagine di Unity, questa Signora della Guerra si conferma un’autentica guerrafondaia. 

E d’altra parte solo così lei avrebbe potuto manifestarsi essendo, infatti, nata nel bel mezzo di un campo di battaglia dove il sangue è stato il suo battesimo alla vita e, nel suo percorso, l’elemento fondante delle sue avventure.

Maurizio Lozzi