• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Itinerari a ritmo Ci-Lento nel Salernitano

Campania > Salerno

Ceraso (SA) 4 agosto 2020 - Il "Bravo" è un ciclomotore monomarcia commercializzato dal 1973 fino a una ventina di anni fa  dalla nota casa motociclistica Piaggio, quella della Vespa e dell’Ape per intenderci. Un mezzo di trasporto votato costituzionalmente alla lentezza, a meno di cedere alla tentazione di qualche illegittima modifica al carburatore o alla marmitta, attività questa in voga tra i teenagers degli anni ’70. 

Se si escludono la bicicletta e i propri piedi, un veicolo quindi ideale per muoversi senza fretta. Per rallentare, per dar forma a quel “downshift” anche metaforico riscoperto di recente da sempre più persone. Antonio Ferolla non poteva trovare di meglio se desiderava muoversi piano. 

Non c’è neanche bisogno di scalare marcia, visto che il Bravo le marce non le ha. Tra le salite e i tornanti mozzafiato della costiera e delle zone interne del Cilento un certo rallentamento del sobrio  due tempi è anzi fin troppo fisiologico. Talvolta se proprio ci si accorge che il "Bravo ciclomotore" proprio non ce la fa, ci sono poi sempre i pedali a dar manforte muscolare a pistoni e cinghia di trasmissione . Ma questo non è un problema per Ferolla, giovane, creativo e anticonvenzionale fotografo di Ceraso, placido Cilento - interno ma non troppo, - a pochi chilometri dalle gettonate spiagge di Ascea e Casalvelino marina. 

Antonio da tempo sta mettendo su iniziative rivolte a promuovere un diverso tipo di turismo, più consapevole e sostenibile, e soprattutto a conservare e diffondere in maniera creativa la memoria storica, le tradizioni e i luoghi del territorio di questo lembo di terra in provincia di Salerno. Da qualche settimana ha iniziato questo nuovo progetto artistico e promozionale della sua terra: " CI-LENTO". Un fantasioso e suggestivo tour in più tappe dopo aver riportato a nuova vita un ciclomotore che ovviamente ha la sua brava età, magari pure il doppio di quella del creativo fotografo. Sui social, i media e sul suo canale youtube, possono ammirarsi le intriganti riprese video e fotografiche dell'iniziativa.

RAFFAELE BASILE

( foto tratta dalla pagina facebook di Antonio Ferolla)