• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

"Il Muro" la nuova apocalittica graphic novel di Star Comics

Lazio > Roma

Roma, 18 giugno 2020 - Nella nuova graphic novel “Il Muro”, portata recentemente in fumetteria da Star Comics, sembra di piombare nel mondo post-apocalittico non del dopo Covid-19, ma della sensualissima "Druuna" di Serpieri, ma peccato lei con le sue procaci curve non ci sia. 

Ci sono però due fratellini, Solal ed Eva, che nello scenario fantascientifico più classico possibile, in cui la civiltà è svanita e l’umanità vive un’esistenza misera e, soprattutto, violenta, cercano in ogni modo di raggiungere Ed3n, l’unico paradiso tecnologico rimasto sulla Terra. 

Qui, protetti da un muro, benessere e salute sono assicurati ai suoi abitanti e Solal questo muro vuole a tutti i costi superarlo per assicurare le medicine slavavita alla sorellina Eva, introvabili sul resto del pianeta. Un pianeta, purtroppo, collassato a causa dei cambiamenti climatici e con una Mar Mediterraneo completamente desertificato. 

Questo primo volume cartonato di tre, dal titolo “Homo Homini Lupus”, grazie alla maestria artistica del triestino Mario Alberti, catapulta il lettore in un sequel grafico di pregevole struttura narrativa dove evidente è l’apporto dell’autore Antoine Charreyron. 

Il percorso della storia e i dialoghi dei personaggi lasciano facilmente apprendere al lettore gli eventi offerti da una trama non stucchevole e che, infatti, senza tempi morti, attira pienamente l’attenzione alle varie sequenze del racconto, sorretto dal meticoloso tratto, tanto grafico, quanto artistico, del nostro Mario Alberti, capace di avvicinarci con le sue matite alle suggestioni cinematografiche persino di Blade Runner

In attesa del secondo volume, va riconosciuto a Star Comics il vanto, e perché no anche l’orgoglio, di essere molto avanti nel portare in Italia le migliori proposte del mercato franco-belga, permettendoci così di scoprire come artisti nati e cresciuti in casa nostra, siano valorizzati oltralpe grazie alla maturazione di importanti relazioni di lavoro. Restiamo in attesa febbrile del secondo episodio e dell’evoluzione della storia di Solal ed Eva.

Maurizio LOZZI