• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Il Milan allunga, Crotone ko anche a Bologna. E stasera Napoli-Roma

Lombardia > Milano

MILANO, 29 NOVEMBRE 2020- Il Milan non si ferma più e ottiene ancora una vittoria netta. I rossoneri regolano con un netto 2-0 la Fiorentina di Cesare Prandelli, lo fanno senza l'attacco titolare, e addirittura con Bennacer fermo. I rossoneri da subito impongono il loro gioco fatto di fraseggi e improvvise discese sulle fasce di due pendolini come Theo Hernandez e Saelemakers, autentica rivelazione del campionato. Il belga recupera palloni a non finire e fornisce a tutti i compagni palloni preziosi. Calhanoglu inventa e il Milan già al ventesimo è in vantaggio grazie a un colpo di testa del capitano Alessio Romagnoli. L'esultanza polemica di Alessio Romagnoli è l'immagine di un atleta che era stato criticato per qualche errore e che ora si toglie i sassolini dalle scarpe. Il Milan chiude ogni spazio e soffoca la manovra dei viola, con Kessie assoluto dominatore del campionato e del centrocampo rossonero. L'ivoriano oltre a quantità unisce tanta qualità. Il Milan trova il gol del raddoppio con Kessie su calcio di rigore, scaturito in seguito a un fallo su Saelemakers. Tiro e gol. Il Milan schiaccia i viola e Chalanoglu colpisce un palo di sinistro.

 La squadra di Bonera domina anche la ripresa e sciupa tante occasioni per arrotondare il risultato e trovare il 3-0. Kessie sbaglia dagli 11 metri, ma poi Diaz e Chalanoglu mandano fuori due buone occasioni da gol. Bonera porta a casa altri tre punti, il Milan sale a quota 23 staccando l'Inter di ben 5 punti e la Juventus di sei. Un risultato eccezionale che dimostra quanto di buono è stato fatto da Pioli e dal suo staff in questi mesi. Il Milan c'è, le altre inseguono. Crolla invece il Crotone che nonostante un buon match a Bologna torna a casa a mani vuote. Segna Soriano a inizio ripresa e poi la squadra di Sinisa Mihajlovic regge fino al 93 esimo. Il Crotone rimane ultimo e ora i calabresi sono chiamati a un miracolo per uscire dalle sabbie mobili. Stasera tocca a Napoli  e Roma che si sfideranno al San Paolo. Di sicuro verrà ricordato Diego Armando Maradona. Cade la Lazio che perde in casa 3-1 con l'Udinese: segnano Haslan, Pussetto e Forestieri, accorcia invece Ciro Immobile dagli 11 metri. Inzaghi a fine gara ammette la sconfitta e fa i complimenti agli avversari. La Lazio resta a meno 9 dal Milan.