• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

F1 GP Ungheria, delude la Ferrari sbaglia strategia gomme: Leclerc “doppiato”

Emilia Romagna > Modena

Lewis Hamilton ha dominato e vinto il Gran Premio d’Ungheria, terzo appuntamento del Mondiale di Formula 1. Il campione del mondo ha dimostrato ancora una volta la schiacciante superiorità delle Mercedes, doppiando quasi tutto lo schieramento in una gara condizionata dal maltempo: sul podio con il pilota inglese ci sono Max Verstappen (miracoloso secondo posto dopo essere andato a muro nel giro di riscaldamento) e Valtteri Bottas (superato dal compagno di squadra nella classifica piloti).

Lontane le Ferrari: Vettel, sesto dietro a Stroll e Albon, ha fatto meglio di Leclerc, undicesimo, fuori dalla zona punti e in grande difficoltà per tutta la gara. Entrambe le Ferrari sono state doppiate da Hamilton.

Lewis ha eguagliato un altro record di Schumacher: il numero di vittorie sullo stesso circuito, sono 8 in Ungheria.

LA GARA

Al via grande scatto di Hamilton e Verstappen, disastroso Bottas che viene superato da quattro monoposto. Stroll è al secondo posto, Vettel e Leclerc rispettivamente al quarto e quinto posto.

La pista è asciutta, e subito nei primi giri tutti i piloti rientrano ai box per montare le gomme slik. Dopo la girandola di pit stop, davanti ci sono due piloti, Hamilton e Verstappen. Il campione del mondo cerca di prendere margine con una serie di giri veloci, cerca non perdere terreno il pilota olandese.

Leclerc in lotta con Bottas con per la sesta posizione, Vettel ottavo dopo il cambio gomme. Il finlandese dopo un duello durato un paio di giri riesce a prendersi il sesto posto.

Hamilton un giro dopo l’altro stacca Verstappen, il ritmo del campione del mondo è infernale. Nelle retrovie sono in sofferenza le Ferrari: Leclerc è settimo al quindicesimo giro, Verstappen nono.

Soprattutto il monegasco è in affanno: la sua Ferrari gira molto lenta, al ventesimo giro Vettel gli ritorna davanti e prende subito margine. Leclerc rientra ai box per cambiare le gomme e si ritrova al quindicesimo posto.

Davanti la situazione è delineata: Hamilton ha un vantaggio rassicurante di 12 secondi su Verstappen, alle loro spalle ci sono Stroll e Bottas. Il campione del mondo continua a mettere in fila giri veloci.

A seguito di un giro di pit stop, Bottas passa Stroll e sale al terzo posto, dietro a Hamilton e Verstappen. La superiorità di Hamilton è spaventosa: al 44esimo giro doppia Leclerc al 58esimo Vettel, poi il quarto classificato Stroll.

A venti giri dal termine si accende il duello tra Verstappen e Bottas, con il finlandese a caccia di punti per restare in vetta alla classifica piloti, ma l’olandese resiste al suo assalto.

Nel finale Hamilton rientra ai box per cambiare le gomme e puntare al giro veloce: puntuale, arriva una tornata dopo in 1:17.497.

Ordine di arrivo
Hamilton
Verstappen
Bottas
Stroll
Albon
Vettel
Perez
Ricciardo
Magnussen
Sainz
(V Sport)