• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Dichiarazioni di Barack Obama su vittoria, Joe Biden

Lazio > Roma

Non potrei essere più orgoglioso di congratularmi con il nostro prossimo Presidente, Joe Biden, e con la nostra prossima First Lady, Jill Biden.

Non potrei essere più orgoglioso di congratularmi con Kamala Harris e Doug Emhoff per le innovative elezioni di Kamala come nostro prossimo vicepresidente.

In questa elezione, in circostanze mai sperimentate, gli americani si sono rivelati in numeri mai visti. E una volta contati ogni voto, il presidente eletto Biden e il vicepresidente eletto Harris avranno vinto una vittoria storica e decisiva.

Siamo fortunati che Joe abbia quello che serve per essere Presidente e si porti già così. Perché quando entrerà alla Casa Bianca a gennaio, affronterà una serie di sfide straordinarie che nessun presidente in arrivo avrà mai avuto: una pandemia infuriata, un'economia disuguale e un sistema giudiziario, una democrazia a rischio e un clima in pericolo.

So che farà a cuore il lavoro con i migliori interessi di ogni americano, che abbia avuto o meno il loro voto. Quindi incoraggio ogni americano a dargli una possibilità e a dargli il vostro sostegno. I risultati delle elezioni ad ogni livello dimostrano che il paese rimane profondamente e amaramente diviso. Starà non solo a Joe e Kamala, ma ognuno di noi, fare la propria parte - raggiungere oltre la nostra zona di comfort, ascoltare gli altri, abbassare la temperatura e trovare un terreno comune da cui andare avanti, tutti di noi che ricordiamo di essere una nazione, sotto Dio.

Finalmente voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato, organizzato e offerto volontario per la campagna Biden, ogni americano che si è fatto coinvolgere a modo suo, e tutti quelli che hanno votato per la prima volta. I tuoi sforzi hanno fatto la differenza. Goditi questo momento. Allora resta fidanzato. So che può essere estenuante. Ma perché questa democrazia possa sopportare, richiede la nostra cittadinanza attiva e la nostra attenzione sui temi - non solo in una stagione elettorale, ma anche in tutti i giorni nel mezzo.

La nostra democrazia ha bisogno di tutti noi più che mai. E Michelle ed io non vediamo l'ora di sostenere il nostro prossimo Presidente e la First Lady, come possiamo.