• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Covid: ancora alto il numero di positivi in Calabria, +94

Calabria > Catanzaro

Covid: ancora alto il numero di positivi in Calabria, +94. Mai così tanti test fatti, 2758. Positivi 5 studenti Unical.
CATANZARO, 17 OTT - Si mantiene alto il numero di nuovi contagi in Calabria. Dopo i 102 di ieri - massimo raggiunto da inizio pandemia - i nuovi positivi delle ultime 24 ore sono 94 ma sono cresciuti molto anche i tamponi processati: 2.758 - il più alto numero mai fatto - contro i 1.957 di ieri. In crescita anche i ricoverati in terapia intensiva, che oggi sono 5 (+1).

I ricoverati nei reparti di malattie infettive sono 58 (+7), mentre i guariti 1.585 (+4). I casi attivi sono 994 (+90) e quelli totali dall'inizio della pandemia arrivano a 2.683 con 234. 282 soggetti testati per un totale di 236.388 tamponi eseguiti. Le vittime sono stabili a 104. Gli isolati a domicilio sono 931 (+82).

I casi confermati oggi sono così suddivisi a Cosenza 35, Catanzaro 9, Crotone 2, , Reggio Calabria 34. Altra Regione o stato Estero 14.

Lo rende noto il bollettino della Regione. "Cinque studenti dell'Università della Calabria sono risultati positivi al Covid. Ma nel giro di poche ore l'ateneo è riuscito a tracciare tutti i contatti avvenuti negli spazi comuni interni del campus: un risultato ottenuto grazie alla app 'Smart Campus', sviluppata dall'ateneo". Lo riferisce un comunicato dell'università. "Le linee guida emanate dal rettore Nicola Leone per fronteggiare l'emergenza Covid - si aggiunge nella nota - prevedono infatti che l'accesso alle aule e ai locali comuni (come ad esempio la mensa) avvenga mediante prenotazione obbligatoria e con registrazione in ingresso e uscita. Utilizzando l'app 'Smart Campus', gli studenti sono quindi tenuti a richiedere la disponibilità del posto per la lezione.

La funzione di check-in all'ingresso e check-out all'uscita avviene con scansione di QR code ed è stata implementata per consentire all'ateneo, come previsto dalle disposizioni del governo, di tenere traccia degli accessi. La procedura e la dotazione tecnologica si sono rivelate decisive per ricostruire i movimenti degli studenti contagiati".