Attentato Istanbul, arrestato il presunto autore della strage. Il bilancio è salito a 6 morti e 81 feriti
Estero Lazio Roma

Attentato Istanbul, arrestato il presunto autore della strage. Il bilancio è salito a 6 morti e 81 feriti

lunedì 14 novembre, 2022

Attentato Istanbul, arrestato il presunto autore della strage. Soylu accusa i curdi del Pkk. È salito a 6 morti e 81 feriti, di cui due gravi, il bilancio dell'esplosione. La prima reazione di Erdogan "C'è odore di terrorismo". Assieme al sospetto autore della strage arrestate anche altre 21 persone

E'stata arrestata la persona che avrebbe piazzato ieri la bomba in Istiklal Caddesi, a Istanbul, uccidendo almeno sei persone nella affollata via dello shopping. Lo ha annunciato il ministro dell'Interno Soumeylan Soylu che accusa i curdi del Pkk: “Secondo le nostre conclusioni, l'organizzazione terroristica del Partito dei Lavoratori del Kurdistan è responsabile”.

Insieme alla persona responsabile dell'attacco sono state arrestate anche altre 21 persone. "La persona che ha piazzato la bomba è stata arrestata. Secondo le nostre conclusioni, l'organizzazione terroristica Pkk è responsabile" dell'attacco, ha affermato il ministro dell'Interno “Anche altri 21 sospetti sono stati arrestati” ha aggiunto. Il ministro ha accusato le forze curde che controllano gran parte della Siria nord-orientale, che Ankara considera terroristi, di essere dietro l'attacco: "Riteniamo che l'ordine per l'attacco sia stato dato da Kobane".

Soylu non ha specificato le condizioni alle quali questa sospetta "persona" è stata arrestata, nè se si tratta di una "donna" come avevano affermato ieri sera il presidente Recep Tayyip Erdogan e poi il suo vice, il presidente Fuat Oktay. Il ministro della Giustizia, Bekir Bozdag, ha poi fatto riferimento a una "borsa" appoggiata su una panchina: "Una donna si è seduta su una panchina per 40-45 minuti, e qualche tempo dopo c'è stata un'esplosione. Tutti i dati su questa donna sono attualmente sotto recensione", ha continuato. "O questa borsa conteneva un timer o qualcuno l'ha attivato da remoto", ha aggiunto.

Le vittime sono tutti cittadini turchi

Le sei persone che hanno perso la vita a causa dell'attentato di ieri nel centro di Istanbul sono tutti cittadini turchi. Lo ha fatto sapere il prefetto cittadino Ali Yerlikaya esprimendo vicinanza alle famiglie delle vittime,tra cui ci sono una madre e sua figlia, un padre e sua figlia,una coppia sposata e un'altra persona. Su 81 feriti in tutto, 50 sono stati dimessi mentre 31 si trovano ancora in ospedale e due sono gravi, ha aggiunto Yerlikaya.

Erdogan: “C'è odore di terrorismo” 

"Forse sarebbe sbagliato dire che si tratta di terrorismo, ma i primi sviluppi, le prime informazioni che il mio governatore ci ha fornito, mi dicono che c'è odore di terrorismo qui" ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in conferenza stampa prima di partire per il G20 in Indonesia parlando dell'esplosione, definita un "vile attentato" e menzionando appunto “il ruolo di una donna in questa situazione”.

L'attentato a Istanbul è stato opera di "una kamikaze". Lo ha reso noto il vice presidente turco Fuat Oktay che ha dichiarato che l'esplosione avvenuta nel centro di Istanbul è stato un atto terroristico. "Al momento abbiamo perso sei persone, quattro delle quali sulla scena. Abbiamo 81 feriti. Due di loro sono gravi", ha aggiunto, scrive l'agenzia Anadolu.

"Nessun attacco sarà in grado di spezzare la determinazione e la resistenza della Turchia". Lo ha scritto su twitter Ibrahim Kalin portavoce del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. “Auguro la misericordia di Dio ai nostri fratelli che hanno perso la vita nell'esplosione e una pronta guarigione ai feriti. L' evento viene esaminato in molti modi e si rivelerà in tutte le sue dimensioni”.

"La Procura della repubblica di Istanbul ha avviato un'indagine giudiziaria sull'esplosione. Sono stati nominati otto pubblici ministeri per l'efficace svolgimento delle indagini e due sostituti della procura generale. Nessuno dovrebbe avere dubbi sul fatto che le nostre forze di sicurezza rileveranno e cattureranno l'autore o gli autori del reato in breve tempo e che tutti gli aspetti dell'incidente saranno chiariti a seguito delle indagini". Lo ha scritto su twitter il ministro della Giustizia turco, Bekir Bozdag. "Auguro la misericordia di Dio a coloro che hanno perso la vita nell'esplosione avvenuta nel distretto di Istanbul Beyoglu , le mie condoglianze ai loro parenti, e auguro una pronta guarigione ai feriti", ha aggiunto.

L' esplosione si è verificata in Istiklal Street nel quartiere di Taksim sulla sponda europea. Molte squadre sanitarie e di polizia sono state inviate sul posto.

La causa dell'esplosione non è ancora chiara. Secondo la Cnn Turk potrebbe essere stata causata da una bomba lasciata in un sacco o da un kamikaze. Le autorità di Ankara, citate dal sito di notizie Mynet, non escludono la pista terroristica. Secondo il portale, le forze di sicurezza stanno analizzando le registrazioni delle telecamere di sicurezza per determinare dove sarebbe stata piazzata una borsa, riempita con esplosivo, da un passante.

L'esplosione è avvenuta poco dopo le 16:00 (14:00 in Italia), quando la folla nel viale Istiklal è particolarmente densa.

La Turchia ha imposto a tutti i mezzi di comunicazione un divieto temporaneo, "per motivi di sicurezza", sulla trasmissione di informazioni riguardanti l'esplosione. Lo ha reso noto il Consiglio Supremo della Radio e Televisione di Turchia Rtuk. (Rai News)

In aggiornamento

Autore
https://www.infooggi.it - Il Diritto Di Sapere

Entra nel nostro Canale Telegram!

Ricevi tutte le notizie in tempo reale direttamente sul tuo smartphone!

Esplora la categoria
Estero.