Prestiti senza Garante: la garanzia è il prodotto giusto
Societa' Lombardia Bergamo

Prestiti senza Garante: la garanzia è il prodotto giusto

martedì 21 giugno, 2022
https://www.infooggi.it/elezioni-catanzaro-2022

I prestiti senza garante sono una particolare tipologia di finanziamento per la quale non è necessaria alcuna garanzia aggiuntiva oltre la propria posizione lavorativa o pensionistica.

A differenza dei prestiti con garante, che richiedono come garanzia appunto la firma di una terza persona o un’ipoteca su un immobile, i prestiti senza garante sono più rapidi nella gestione e non richiedono alcuna motivazione per essere erogati

Per richiedere un prestito senza garanti e senza ipoteche è davvero importante scegliere il prodotto giusto.

Ad oggi, la tipologia di prestiti senza garante maggiormente utilizzata nel panorama del credito in Italia è sicuramente il prestito con Cessione del Quinto.

La Cessione del Quinto, non solo non prevede un garante, ma neppure una motivazione specifica per ottenere la liquidità necessaria e per questo motivo appartiene alla categoria dei prestiti non finalizzati.

Può essere richiesto da tutti i dipendenti a tempo indeterminato e dai pensionati. Per alcune categorie, come ad esempio i dipendenti statali e i pensionati, sono previste inoltre delle condizioni particolarmente vantaggiose quali i prestiti in Convenzione NoiPA e i Prestiti in Convenzione INPS che godono di tassi molto convenienti concordati direttamente con gli enti di riferimento.

I vantaggi di un prestito con Cessione del Quinto sono numerosi e non si fermano al solo fatto di essere senza garante.

Chiedere un finanziamento con Cessione del Quinto consente, infatti, di ottenere fino a 75.000 euro a tasso fisso e a condizioni di favore grazie alle già citate Convenzioni NoiPA e INPS per dipendenti pubblici e pensionati.

Tra gli altri benefici spiccano la riservatezza, perché richiede come unica garanzia lo stipendio, o la pensione, senza bisogno di chiamare in causa familiari, la flessibilità, perché permette di ottenere da 5.000 a 75.000 euro con piani variabili da 24 a 120 mesi e la sostenibilità, perché le rate mensili non possono mai essere più alte del 20% del netto in busta paga (o della pensione).

La Cessione del Quinto è anche un finanziamento comodo perché viene restituito attraverso trattenute automatiche sullo stipendio o sulla pensione, eliminando all’origine il pericolo di ritardi o insoluti e sicuro perché include sempre una polizza a copertura di ogni rischio.

Inoltre, questa tipologia di finanziamento può essere richiesta anche nel caso in cui la persona che deve avere accesso al credito è segnalata al SIC (Sistema di Informazioni Creditizie) come “cattivo pagatore”.

Viene definito in gergo “cattivo pagatore” chi ha avuto ritardi o problemi di solvibilità a causa dei quali è stato segnalato nei sistemi di cui si servono gli istituti di credito per valutare l’affidabilità di un cliente. Gli strumenti più comuni sono il CRIF e la Centrale rischi della Banca d’Italia.

Ovviamente non si tratta di libri neri che marchiano a vita la reputazione di un individuo ma di soluzioni nate per raccogliere informazioni utili per valutare in maniera più rapida e precisa la concessione di un prestito, valutando l’affidabilità del cliente.

La Cessione del Quinto, per le sue caratteristiche specifiche è:

sempre commisurato alle capacità di spesa del richiedente perché le rate mensili non superano mai il 20% del netto in busta paga (o del cedolino della pensione);

assicurato, perché sempre accompagnato da una polizza contro ogni rischio;

anche in presenza di altri prestiti, permette di accedere alla formula del consolidamento debiti e quindi raggruppare i prestiti in corso in un unico nuovo prestito e un’unica nuova rata

e quindi il miglior prodotto da prendere in considerazione se si è nella condizione di essere momentaneamente iscritti nel registro dei cattivi pagatori.

Come richiedere un prestito senza garante con Cessione del Quinto

 

Come spiegato, tra i finanziamenti senza garante più popolari e richiesti c’è la Cessione del Quinto, che permette di ottenere liquidità offrendo come unica garanzia il proprio stipendio o la propria pensione.

Grazie ai prestiti senza garante lavoratori dipendenti e pensionati possono ottenere un prestito vantaggioso, a condizioni di favore, sicuro e protetto in completa autonomia. 

Per richiedere un prestito senza ipoteca o garante con Cessione del Quinto è fondamentale contattare un istituto creditizio autorizzato in grado di fornire una consulenza professionale e personalizzata per accedere alla soluzione migliore per le proprie esigenze.

Grazie alle Convenzioni attive con istituzioni, aziende ed enti pubblici, i finanziamenti con Cessione del Quinto offrono liquidità senza bisogno di garanti o ipoteche.

 

I documenti che bisogna presentare al momento della richiesta di prestito, a seconda che il richiedente sia un dipendente o un pensionato, sono: carta d’identità e codice fiscale, ultime due buste paga oppure ultimi due cedolini della pensione), CUD o Modello Obis M, certificato di stipendio rilasciato dal datore di lavoro o quota cedibile dall’INPS.

 

Infine, ricordiamo che l’istituto che eroga il credito deve possedere il bollino di qualità OAM, l’Organismo degli Agenti e dei Mediatori, che attesta l’affidabilità e il rispetto degli obblighi di legge a ulteriore garanzia di sicurezza.

Autore