• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Pnrr: Italia, portare l'Internet veloce a 1Giga. Al via il bando di gara. I dettagli

Lazio > Roma

Pnrr: Italia a 1 giga, 3,7 mld per raggiungere 7 mln case - Al via il bando di gara, offerte entro il 16 marzo
ROMA, 15 GEN 
- Portare l'Internet veloce ad altri 7 milioni di numeri civici in tutta Italia: con questo obiettivo il Governo - attraverso il primo dei bandi Italia a 1Giga - stanzia quasi 3,7 miliardi di euro del Pnrr. Lo si legge in una nota del Ministro innovazione tecnologica e transizione digitale, che fissa alle ore 13 del 16 marzo 2022 il termine per la presentazione delle offerte. Il contributo pubblico coprirà fino al 70% delle spese sostenute mentre una quota non inferiore al 30% rimarrà a carico del beneficiario.

Il bando è uno degli interventi della Strategia nazionale per la Banda Ultra Larga che prevede anche Piani per connettere le scuole e le strutture sanitarie e per promuovere lo sviluppo delle reti 5G, previsti in successione entro i prossimi tre mesi.

Tutto questo, ha rilevato Anelli, "per avere meno pressione sugli ospedali e meno riduzione delle prestazioni". "Bisogna ragionare non sui numeri ma sull'andamento della pandemia. Sta aumentando la pressione sugli ospedali: qualsiasi persona ricoverata, sia perché affetta da Covid, sia per altri motivi ma positiva - ha sottolineato il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo) - richiede assistenza adeguata. Tutto questo non ha bisogno di sconti, di espedienti per ridurre i numeri sulla carta ma di interventi".

I reparti "sono riconvertiti in reparti Covid, gli anestesisti vengono spostati nelle terapie intensive: ciò si ripercuote su chi doveva fare un intervento, o curare uno scompenso cardiaco. In questo modo - avverte - viene compromessa l'assistenza a tutti gli italiani". E, in merito alla carenza dell'antibiotico azitromicina, ha spiegato: "Spero innanzitutto che sia dispensata sempre dietro ricetta medica.

La storia nasce nel marzo 2020, quando non sapevamo quasi nulla del Covid, ci trovavamo di fronte a polmoniti sconosciute e si associava alle cure anche l'azitromicina. Poi sappiamo tutti che gli antibiotici non funzionano sui virus, sono prescritti per gestire le complicanze di natura batterica. Bene fa l'Aifa a ribadirne l'inutilità e la necessità di usarli solo in casi particolari e solo dietro prescrizione medica".

In aggiornamento

Il bando per le aree grigie, nell'ambito del piano Italia a 1 Giga, finanziato con i fondi del Pnrr, è stato pubblicato e gli operatori sono pronti a rispondere. "Siamo al lavoro per partecipare a tutti i lotti del bando" spiega all'ANSA un portavoce di Open Fiber.