• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Paura per coltello a Roma. Firenze, giovane ferisce 2 persone

Toscana > Firenze

Paura per coltello a Roma. Firenze, giovane ferisce 2 persone. Altra aggressione vicino a Bolzano, 9 persone ferite

 FIRENZE, 25 GIU - Episodi violenti nati dall'intolleranza verso la mascherina. O minacce e ferimenti dovuti spesso a disturbi mentali o forme di alterazione da parte di alcuni soggetti che, fortunatamente, grazie all'intervento delle forze dell'ordine, non hanno portato a conseguenze gravi. E' quanto fanno registrare la cronaca di oggi e di questi ultimi giorni. 

A Firenze un uomo ha reagito a chi gli chiedeva di indossare la mascherina, ferendo con un piccolo coltello due passeggeri del bus su cui viaggiava. A Roma invece gridando "ammazzo tutti" un francese di 46 anni ha minacciato i passanti con un coltello nei pressi di San Pietro ed è stato bloccato dalla polizia locale e dalla polizia di Stato. Indosso aveva uno zaino al cui interno sono stati trovati 8 coltelli da cucina. 

A Bolzano un nigeriano ha ferito nove clienti di alcuni locali lanciando sassi e bottiglie. Pochi giorni fa in un centro commerciale di Fidenza (Parma), il ristoratore noto come lo sciamano, al secolo Hermes Ferrari, titolare di una pizzeria di Modena e protagonista negli scorsi mesi delle proteste a Roma, ha preso a testate un cliente che lo aveva invitato a mettersi la mascherina. 

Per quanto riguarda il caso di Firenze, l'aggressore, un egiziano, è stato poi fermato a fatica dalla polizia che poi lo ha denunciato per una sfilza di reati, interruzione di pubblico servizio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. L'uomo, che all'arrivo degli agenti era sceso dal bus e stava fumando una sigaretta, era in forte stato di agitazione, e non ha acconsentito subito al controllo. Per fortuna, a differenza di quanto accaduto di recente alla stazione di Roma Termini, dove un poliziotto ha dovuto sparare per bloccare un 44enne ghanese che brandiva un coltello in strada, in questo caso del bus di Firenze il 31enne era disarmato perché aveva gettato via il suo taglierino dopo il ferimento dei malcapitati. 

La lama è stata ritrovata abbandonato a terra. Nessuna conseguenza grave, ma tanto spavento, per le vittime della sua rabbia. Le parti lese sono un 53enne eritreo, con una ferita da taglio alla testa, e una 62enne fiorentina, colpita di striscio a una mano. Entrambi sono stati medicati in ospedale e dimessi rispettivamente con dieci e sette giorni di prognosi. A Roma il 46enne francese, visibilmente alterato, brandiva un coltello da cucina verso i passanti e lo ha puntato al viso di una donna italiana, seduta ad un ristorante vicino al Vaticano, sputando addosso alle persone e ripetendo: " Vi ammazzo tutti". 

E' stato bloccato in tempo. Anche a Laives (Bolzano) il nigeriano che ha ferito le 9 persone - sembra non in modo grave - è stato bloccato e portato in caserma dai carabinieri. Nelle scorse settimane, sempre a Firenze, l'autista di un bus era stato aggredito da un passeggero, un 30enne di origine russa, solo perché lo aveva invitato a indossare la mascherina. L'autista, illeso ma sotto choc, fu costretto a fermare la corsa per chiamare la polizia.