• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Maida. Ecco le dichiarazioni del sindaco Salvatore Paone sul servizio scuolabus

Calabria > Catanzaro

MAIDA (CZ), 19 SETT -“Utilizzare argomenti molto sentiti per l’oggetto e le problematiche in questa fase delicata della quotidianità delle famiglie è inopportuna, oltre che scorretta, perché fa leva sulle ansie e le preoccupazioni legate alla salute pubblica di fronte ad un evento pandemico che ancora oggi fa paura. Ma in questo il capogruppo di opposizione di Costruiamo il Futuro è maestro, e non lo diciamo come indicazione di merito: trincerarsi dietro la problematica del Covid-19 per alimentare polemiche sterili e inopportune rappresenta in questa fase un danno gravissimo alla comunità e alla buona amministrazione. Per questo rispondiamo, come sempre, con i fatti”.

E’ quanto afferma il sindaco di Maida, Salvatore Paone, nel replicare all’intervento del capogruppo di opposizione “Costruiamo il Futuro” sul servizio scuolabus che a suo dire verrà tagliato e sospeso. “Niente di più falso, ribadisce Paone, perché la rivisitazione di questo servizio sta avvenendo in tutti i comuni, obbligati a tenere in debita considerazione le nuove norme sul trasporto pubblico per tutelare la salute dei bimbi e dei ragazzi. Tutti i comuni stanno garantendo prioritariamente il trasporto partendo dalle zone periferiche (come prevede la legge), basandosi su un principio di prudenza e garantendo il distanziamento e la riduzione prevista dalla nuova norma sui trasporti che ha ridotto gli spazi utilizzabili all’interno dei mezzi. Tra l’altro dell’argomento se ne era parlato  nel corso di un’assemblea pubblica tenuta quindici giorni fa alla presenza del dirigente dott. Giuseppe De Vita, del funzionario comunale dott. Walter Perri, dell’intera giunta comunale e di una sala piena di rappresentanti di classe e insegnanti. Nel corso di quella assemblea l’amministrazione ha ribadito che il servizio scuolabus partirà regolarmente il 24 settembre, osservando orari rigorosamente concordati e proposti dalla dirigenza scolastica per venire incontro in particolare alle esigenze delle famiglie.”

“Troppo distratto evidentemente il consigliere di opposizione per poter essere a conoscenza di questo incontro programmatico convocato dal dirigente scolastico e dove abbiamo discusso di tutto. Rimaniamo basiti di come si possa pensare di polemizzare accusando l'amministrazione comunale di inefficienza su una tematica così delicata che ci vede da mesi costantemente impegnati  – afferma il sindaco Paone –, mesi difficili durante i quali tutti hanno potuto notare l’assenza totale dell’opposizione.  Infine è paradossale che il distratto consigliere, nel banale tentativo di alimentare sterili polemiche, affermi che in bilancio non sono state previste risorse, quando le stesse ci sono e anche consistenti, mentre lui nell’ultimo consiglio comunale dello scorso 7 settembre non ha detto una sola parola o prospettato nessuna proposta sull’argomento: il silenzio totale, salvo risvegliarsi oggi per polemizzare in maniera gratuita.”

“Riteniamo pertanto che sia giusto rispondere semplicemente con i fatti, informando il consigliere di opposizione ad intermittenza su quello che abbiamo e stiamo facendo per garantire al meglio e per quanto di nostra competenza la riapertura scolastica – si legge ancora nella nota -. In questi mesi e in particolare in queste ultime settimane abbiamo ascoltato con grande attenzione le richieste pervenute dalla scuola. Ad oggi esse sono state tutte puntualmente realizzate, anche grazie ad un impegno di spesa di 15.000 euro di fondi ministeriali.  L’adeguamento delle classi con lavori portati avanti e terminati già i primi di settembre ne sono la riprova – spiega ancora il sindaco - nuove classi più ampie a Maida e Vena, sanificazione, bonifica del sottotetto, sistemazione e lavori manutentivi, messa in sicurezza dei cornicioni dell’area esterna. E’ davvero mortificante – conclude Paone - vedere un’opposizione che si arrampica sugli specchi e su una tematica così delicata prova a strumentalizzare la giustificata paura di tutti noi, compresi i genitori, per entrare a gamba tesa su un argomento che assolutamente non conoscono”.