Guerra in Ucrainagiorno 82. Kiev: oltre 260 combattenti evacuati da Azovstal
Estero Lazio Roma

Guerra in Ucrainagiorno 82. Kiev: oltre 260 combattenti evacuati da Azovstal

martedì 17 maggio, 2022
https://www.infooggi.it/elezioni-catanzaro-2022

Guerra in Ucrainagiorno 82. Kiev: oltre 260 combattenti evacuati da Azovstal. Oltre 260 combattenti ucraini di cui 53 feriti sono stati evacuati dall'acciaieria Azovstal, secondo quanto annunciato con un videomessaggio dalla vice ministra ucraina della Difesa Ganna Malyar: "Il 16 maggio, 53 feriti gravi sono stati evacuati dall'Azovstal verso Novoazovsk per ricevere assistenza medica e 211 altri sono stati trasportati a Olenivka attraverso un corridoio umanitario". L'esponente del governo di Kiev ha aggiunto che successivamente ci sarà uno scambio con prigionieri russi.

Kalush Orchestra torna in Ucraina e canta per le guardie di confine

La band ucraina Kalush Orchestra è tornata in Ucraina, dopo la vittoria dell'Eurovision. La band ucraina ha eseguito un'esibizione improvvisata della canzone vincitrice, 'Stefania', per i membri del Servizio della Guardia di frontiera ucraina dopo aver attraversato il confine, hanno riferito i media ucraini. Il filmato è stato diffuso sui social media.

Kiev: 9 civili uccisi oggi nei raid russi nella regione di Donetsk

E' di almeno 9 civili uccisi e 6 feriti il bilancio dei bombardamenti russi di oggi nella regione di Donetsk, nell'est dell'Ucraina. Lo ha riferito il governatore Pavlo Kyrylenko, citato da Unian.

Agenzia di stampa Reuters: cominciata l'evacuazione dei soldati feriti ad Azovstal

Sarebbe iniziata a bordo di una dozzina di autobus l'evacuazione dei soldati ucraini feriti dall'acciaieria Azovstal di Mariupol. Lo riferisce sul suo sito la Reuters, precisando che non è stato finora possibile accertare quante persone fossero a bordo dei mezzi e quante tra queste fossero militari feriti effettivamente sgomberati sui circa 600 presenti nell'acciaieria.

Media ucraini: trovata quarta fossa comune a Mariupol

Le immagini satellitari hanno registrato una quarta fossa comune a Mariupol, in Ucraina, all'interno della città e vicino al cimitero centrale. A riferirlo è stata Radio Liberty, che ha analizzato le immagini, ripresa da Ukrainska Pravda.

Il comandante del battaglione Azov: eseguiamo l'ordine di evacuazione

Il battaglione Azov ha deciso di "eseguire l'ordine di evacuazione del comando supremo": lo ha annunciato, in un messaggio video, il comandante Denis Prokopenko. Dopo aver resistito 82 giorni, ha detto, respingendo "le forze soverchianti del nemico", ora "per salvare vite umane, la guarnigione sta attuando la decisione approvata dal comando supremo, sperando nel sostegno del popolo ucraino". "Non esistono operazioni o piani completamente sicuri durante una guerra - ha sottolineato - ed è necessario capire se tutti i rischi sono stati calcolati e se è stato elaborato un piano B".

 

Borrell: "Non riconosceremo un solo chilomentro quadrato preso da Mosca"

"Non riconosceremo un chilometro quadrato di terra ucraina presa dalla Russia. Non permetteremo che nessuna parte dell'Ucraina sia rivendicata" da Mosca. Lo ha sottolineato l'Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell al termine della riunione dei ministri degli Esteri dei 27. "Abbiamo da superare tre prove: guerra, resilienza e legittimità internazionale", ha aggiunto.

Erdogan: la Turchia "non cederà" sul no all'adesione di Finlandia e Svezia alla Nato

La Turchia "non dirà sì" all'ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato, ha dichiarato oggi il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in una conferenza stampa congiunta ad Ankara con l'omonimo algerino, Abdelmadjid Tebboune. "Non diremmo di sì alla loro adesione alla Nato, senza offesa", ha detto Erdogan, "da entrambi i Paesi non cè un atteggiamento chiaro nei confronti delle organizzazioni terroristiche".

Mosca: la Russia dovrà intraprendere "dei passi" contro adesione della Svezia alla Nato

La Russia dovrà intraprendere dei passi "di risposta alle minacce derivanti dall'adesione della Svezia alla Nato". Lo ha affermato il ministero degli Esteri di Mosca citato dalla Tass. La risposta, ha aggiunto il ministero, dipenderà dai "termini concreti della sua integrazione nell'Alleanza"

Kuleba: no a sesto pacchetto di sanzioni senza l'embargo al petrolio

"Non posso credere che il sesto pacchetto di sanzioni sia approvato senza l'embargo al petrolio, la domanda ora è quando verrà approvato. Siamo delusi che non sia stato adottato ma è compito dell'Unione Europea trattare con le autorità ungheresi, perché si tratta di una questione di famiglia". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Dmytro Kuleba, a Bruxelles, in occasione del consiglio Affari esteri dell'Ue.

Il governatore di Luhansk: bombardata Severodonetsk, almeno 10 morti

Le forze russe continuano ad attaccare Severodonetsk. Il bilancio attuale è di almeno 10 morti. Lo riferisce Serhii Haidai, il governatore della regione di Luhansk. "Almeno 10 persone sono state uccise. Al momento è estremamente difficile controllare l'area a causa dei nuovi bombardamenti", sottolinea Haidai. (Rainews)

In aggiornamento

Autore