Guerra in Ucraina: giorno 85. Zelensky: "Russia utilizza 'armi laser' indica il "completo fallimento“
Estero Lazio Roma

Guerra in Ucraina: giorno 85. Zelensky: "Russia utilizza 'armi laser' indica il "completo fallimento“

giovedì 19 maggio, 2022
https://www.infooggi.it/elezioni-catanzaro-2022

Zelensky: "Il fatto che la Russia stia usando 'armi laser' indica il "completo fallimento dell'invasione" dell'Ucraina"

Kiev: la Russia vuole reclutare studenti territori occupati

La Russia vuole arruolare anche gli studenti dei territori occupati della regione di Donetsk (est)nella guerra in Ucraina: lo ha reso noto su Facebook lo Stato Maggiore Generale delle Forze Armate di Kiev, secondo quanto riporta l'agenzia Unian. A causa della "mancanza" di uomini nei "territori temporaneamente occupati della regione di Donetsk", il comando militare russo "prevede di coinvolgere nei combattimenti gli studenti degli istituti di istruzione superiore", spiegano nel messaggio i vertici militari ucraini.

Senato conferma Bridget Brink ambasciatrice Usa in Ucraina

Il Senato degli Stati Uniti ha confermato Bridget Brink come ambasciatrice degli Stati Uniti in Ucraina. Brink è una diplomatica che prestava servizio come ambasciatore degli Stati Uniti in Slovacchia. L'ambasciata degli Stati Uniti in Ucraina era rimasta senza un ambasciatore da quando Marie Yovanovitch è stata richiamata nel maggio 2019 dall'allora presidente Donald Trump, sotto la pressione in particolare dell'ex avvocato di Trump Rudy Giuliani.

Il Presidente croato Zoran Milanovic vuole che il suo Paese blocchi l'adesione di Svezia e Finlandia alla NATO

Milanovic ( di destra) fa la guerra al Primo Ministro croato Andrej Plenkovic (di centrosinistra) su ogni questione. Seguendo l'esempio di Erdogan, prima che il parlamento croato ratifichi l'adesione alla NATO delle due nazioni nordiche, Milanovic vuole una modifica della legge elettorale della vicina Bosnia, che renderebbe più facile per i croati bosniaci far eleggere i propri rappresentanti a posizioni di comando.

Politico: Biden nega a Kiev lanciarazzi a lunga gittata, teme possano essere usati per attacchi in territorio russo

Joe Biden nega a Kiev i sistemi lanciarazzi a lunga gittata, nel timore che possano essere usati per lanciare attacchi in territorio russo. Lo scrive il sito Politico. Per contrastare l'artiglieria pesante russa nel Donbass, Kiev in particolare chiede da mesi la fornitura di lanciarazzi multipli Mlrs, un lanciarazzi pesante sviluppato negli anni 80 e prodotto ancora oggi, anche in Italia. Ma la Casa Bianca non cede e i dirigenti ucraini sarebbero sempre piu' frustrati. Negli ultimi mesi gli Stati Uniti hanno tranquillamente fornito all'Ucraina i vecchi sistemi missilistici a lancio multiplo dell'era sovietica, dopo aver setacciato i magazzini degli alleati che ancora utilizzano le armi più vecchie. Ma i sistemi americani, più precisi e più potenti, sono ciò che Kyiv sta cercando per bloccare le avanzate russe nel Donbas.

Il Canada riconosce la deportazione dei Tatari di Crimea come genocidio

Il Parlamento canadese ha votato all'unanimità per condannare la deportazione di massa dei tatari di Crimea dalla penisola da parte dell'Unione Sovietica nel 1944, che la Russia continua a negare.

Zelensky: "Il fatto che la Russia stia usando 'armi laser' indica il "completo fallimento dell'invasione" dell'Ucraina"

"Nella propaganda nazista c'era l'espressione 'wunderwaffe', l'arma delle meraviglie. Più diventava chiaro che non avevano chance di vincere la guerra, più cresceva la propaganda Sull'arma delle meraviglie, capace di cambiare le sorti della guerra... E al terzo mese di guerra, la Russia cerca di trovare la sua wunderwaffe. Pare che sia il laser. Tutto ciò indica il completo fallimento dell'invasione". (Rainews)

In aggiornamento

Autore