Gratteri: 'stringiamo i denti ed andiamo avanti'
Cronaca Calabria Catanzaro

Gratteri: 'stringiamo i denti ed andiamo avanti'

martedì 10 maggio, 2022
https://www.infooggi.it/elezioni-catanzaro-2022

Gratteri: 'stringiamo i denti ed andiamo avanti'. magistrato su progetto attentato, non c'è alternativa
CATANZARO, 10 MAG 
- "Stiamo attenti ancor di più, stringiamo i denti e andiamo avanti, non c'è alternativa". Lo ha detto il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri al TgR della Calabria in relazione al progetto di attentato nei suoi confronti. A scoprire il progetto di attentato sono stati i servizi di un Paese d'oltreoceano alcune settimane fa. Da allora a Gratteri ed ai suoi familiari è stata rinforzata la scorta.

Scorta civica', ribellione a barbarie crimine
 È stata istituita la "Scorta Civica" per il procuratore Nicola Gratteri. L'idea nasce da gruppi di professionisti dei vari settori del vivere civile. "Un'idea - è scritto in una nota - che piace ai Sindacati di Polizia e dei lavoratori ma anche alle note Fondazioni antimafia". Sono previsti una serie di sit-in in tutta Italia e, il primo, si terrà giorno 13 maggio alle ore 11.00 innanzi alla Procura della Repubblica di Catanzaro. In programmazione quello di Palermo.

"Siamo alla vigilia del trentennale delle stragi mafiose del '92 - prosegue la nota - e, se pur importanti cortei e bei discorsi di commemorazione per rinverdire e onorare la memoria dei martiri, è altrettanto importante lavorare quotidianamente per la tutela dei vivi poiché questo è l'insegnamento che le stragi ci offrono. Giovanni Falcone fu ucciso il 23 maggio del 1982 ma iniziò a morire molto prima con la votazione del Csm che bocciò la sua nomina. Talvolta, disse Paolo Borsellino, 'le Istituzioni hanno il volto della mafia'. Lo smacco dato a Falcone allora con la mancata nomina, portò al suo isolamento, che fu l'anticamera della morte.

'Corsi e ricorsi storici', scriveva Giovan Battista Vico. La Storia si ripete. Ma siamo noi a dover impedire che ciò accada. Nei giorni scorsi il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri è stato pesantemente minacciato ancora una volta. Nelle stesse ore, Gratteri concorreva alla nomina di Procuratore nazionale antimafia ma non ce l'ha fatta. Gli è stato rafforzato il servizio di protezione ma riteniamo che la migliore scorta per lui sia la ribellione dei cittadini alla barbarie criminale. La Calabria prima regione in Europa per corruzione, necessita dell'impegno civico di tutti i cittadini onesti e laboriosi. Ora più che mai non bisogna lasciare solo Gratteri. A tal fine venerdì 13 maggio alle ore 11 la 'Scorta Civica' stazionerà sotto la Procura di Catanzaro per esprimere a Gratteri, vicinanza ed impegno costante".

L'appello della "Scorta Civica", "va alla coscienza civica di donne e uomini di buona volontà, associazioni, sindacati, mondo della scuola e dell'università che insieme hanno deciso di fare squadra. Hanno già confermato la loro adesione i Sindacati Siuslp - Sindacato Italiano Unitario dei Lavoratori della Polizia di Catanzaro, Fsp Polizia di Stato, Cisl Magna Grecia, Cicas Confederazione Imprenditori, Commercianti, Artigiani, Turismo e Servizi, Antonino De Masi, la Fondazione Antonino Caponnetto, il Movimento civico NOI, la Fondazione Culturale 'Paolo di Tarso', il Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi, il CELM Comitato Europeo per la Legalità e la Memoria, l'Associazione Giustizia e Pace dedicata ai Giudici Livatino e Costa".

 

Autore