Coppa Italia: Modena-Catanzaro 3-1. Buona la prima per i giallorossi nonostante il risultato. Il commento post-partita. (highlights)
Sport Emilia Romagna Modena

Coppa Italia: Modena-Catanzaro 3-1. Buona la prima per i giallorossi nonostante il risultato. Il commento post-partita. (highlights)

domenica 31 luglio, 2022

MODENA, 31 LUG.  Passa il Modena che si regala il Sassuolo nel turno successivo di coppa Italia Frecciarossa. Pronti via: al Modena servono soltanto 38’’ per portarsi in vantaggio sugli sviluppi di un corner grazie al tocco delizioso di Silvestri. Il Catanzaro, che in fase di riscaldamento perde Pontisso a vantaggio di Cinelli, accusa il colpo ma non si disunisce e inizia a giocare cercando la profondità. Al 4’ Cianci libera un diagonale ma Seculin respinge ed al 18’ la conclusione di Biasci di testa è fiacca. Dopo il cooling break pocop prima della mezzora sale nuovamente in cattedra il Modena, ma il Catanzaro si fa vedere con Verna. Al 40’ Azzi arriva alla conclusione e Fulignati si oppone alla grande, i giallorossi al 44’ reclamano per un mani in area su cross di Rolando ma l’arbitro non la pensa nella stessa maniera. In pieno recupero Diaw si avventa su una palla vagante e arriva davanti al portiere giallorosso freddandolo con un destro fissando il primo tempo sul 2-0 per il Modena.

Nella ripresa sono i padroni di casa a dominare inizialmente la gara in virtù di un maggiore possesso palla. Al 9’ Diaw va ancora in rete ma partendo da posizione irregolare e dunque il risultato non cambia. Il Catanzaro riapre la gara al grazie alla conclusione da centro area di Tentardini al termine di un’azione insistita nel corso della quale Seculin era stato severamente impegnato. Immediatamente dopo la rete mister Vivarini inserisce forze fresche e i giallorossi per poco non trovano la rete del pari al 17’ con Scognamillo (tiro dalla distanza) e Rolando (conclusione fuori). II Catanzaro ci crede e al 25’ ___ prova un diagonale che esce di poco alla destra della porta difesa da Seculin. Ma la doccia fredda per le Aquile arriva poco prima della mezzora grazie ad una conclusione in girata di Magnino che non dà scampo. Palla a centro e il Catanzaro sugli sviluppi di un corner coglie un palo con Iemmello. Nei minuti finali prevale la stanchezza e succede poco: il Modena, dopo 4’ di recupero porta a casa senza problemi la qualificazione al turno successivo, mentre per il Catanzaro rimane una la prova positiva contro una formazione di categoria superiore.     

Carlo Talarico


Il tabellino:

MODENA-CATANZARO 3-1

MARCATORI: 1’ pt Silvestri (M), 46’ pt Diaw (M), 14’ st Tentardini (C), 29’ st Magnino (M).

MODENA (4-3-1-2): Seculin; Ciofani (1’ st Oukhadda), Cittadini, Silvestri, Azzi; Magnino, Gerli (45’ st Battistella), Armellino (20’ st Panada); Tremolada (1’ st Mosti); Falcinelli (20’ st Giovannini), Diaw. A disposizione: Narciso, Gagno, Ponsi, Pergreffi, Duca, Bonfanti, Minesso, Renzetti, Abiuso, Piacentini. Allenatore: Tesser.

CATANZARO (3-5-2): Fulignati; Scognamillo, Brighenti, Gatti; Rolando (33’ st Sounas), Verna, Cinelli (15’ st Welbeck), Bombagi, Tentardini (15’ st Bearzotti); Biasci (15’ st Vazquez), Cianci (15’ st Iemmello). A disposizione: Rizzuto, Sala, Megna, Pontisso. Allenatore: Vivarini.

ARBITRO: Daniele Perenzoni di Rovereto.

Assistenti arbitrali: Dario Garzelli di Livorno e Federico Fontani di Siena.

Quarto ufficiale: Manuel Volpi di Arezzo.

AMMONITI: Ciofani (M), Azzi (M), Gatti (C).

NOTE: Spettatori 4616 di cui 311 ospiti per un incasso di euro 34.680. Angoli: 5-2 per il Catanzaro. Recupero: pt 2’, st 4’.


Video PrimoTempo Coppa Italia Modena Catanzaro 

Video Secondo tempo Coppa Italia Modena Catanzaro 

Autore