• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Catanzaro-Palermo 1-0. Ci pensa Curiale a ripresa inoltrata. I commenti post-partita del tecnico (highlights-video)

Calabria > Catanzaro

CATANZARO, 03 NOV. - Catanzaro avanti in Coppa, Palermo a casa. Grazie ad una rete di Curiale, a secondo tempo inoltrato, i giallorossi vanno avanti ed affronteranno i quarti di finale il prossimo 24 novembre contro un avversario da sorteggiare. I giallorossi hanno complessivamente meritato di più rispetto ad un Palermo maggiormente intraprendente nel primo tempo. Eppure i rosanero erano partiti bene facendosi vedere al 5’ Almici (5’) che tira dalla distanza  con la palla che rimbalza davanti a Nocchi e per poco non lo ingannava. Dopo il pericolo scampato è il Catanzaro più pronto. Dopo qualche minuto, infatti Vazquez serve Curiale che la prende di testa sbagliando di poco. Al 15’ la rete di Curiale viene annullata per fuorigioco e Risolo, al minuto numero 20, fa partire una parabola che viene messa in corner da Massolo prima di finire all’incrocio. Nella parte finale del primo tempo il Palermo cerca la via della rete con Floriano (36’), palla di poco a lato, e con Soleri su servizio di Valente che chiama alla respinta coi piedi Nocchi.

Nella ripresa Il Catanzaro appare più in palla mentre il Palermo controlla senza però pungere. Al 12’ il sinistro di Ortisi costringe il portiere ospite agli straordinari, poi, al 23’ arriva la rete di Curiale, servito dalla destra da Bayeye, l’attaccante giallorosso aggancia e con una torsione riesce a calciare eludendo la marcatura di Peretti. La conclusione è vincente e regala. La rete del meritato vantaggio giallorosso. Il Palermo prova coi nuovi entrati ad impensierire Nocchi. Al 27’ il sinistro dal limite di Silipo (27’) termina fuori mentre la punizione di Brunori al 37’ termina alta al pari di un’altra punizione di Silipo (43’). Per il Catanzaro, reduce da due consecutive sconfitte in campionato è una boccata d’ossigeno importante.      

Carlo Talarico


Il tabellino:

CATANZARO-PALERMO 1-0

MARCATORE: 23’ st Curiale (C).

CATANZARO (3-5-2): Nocchi; De Santis (1’ st Martinelli), Monterisi (31’ st Fazio), Gatti; Bearzotti, Risolo (41’ st Welbeck), Cinelli, Ortisi (31’ st Bombagi), Tentardini (1’ st Bayeye); Vazquez, Curiale. A disposizione: Romagnoli, Branduani, Verna, Scognamillo, Vandeputte, Carlini, Cianci. Allenatore: Calabro.

PALERMO (3-4-3): Massolo; Marong, Peretti, Perrotta (31’ st Brunori); Almici (10’ st Doda), De Rose (10’ st Luperini), Odjer, Crivello; Valente (21’ st Silipo), Soleri, Floriano (21’ st Dall’Oglio). A disposizione: Pelagotti, Lancini, Buttaro, Giron, Mauthe, Fella, Corona. Allenatore: Filippi.

ARBITRO: Centi di Terni.

Assistenti arbitrali: Catallo e Tempestilli.

Quarto ufficiale: Recchia.

AMMONITI: Ortisi (C), Bayeye (C).

NOTE: Spettatori 423, incasso non comunicato. Angoli: 6-4 per il Catanzaro. Recupero: pt 0’, st 4’.




i commenti post-partita del tecnico 

Catanzaro - Palermo: il commento di Filippi e Massolo nel post partita


Highlights Catanzaro-Palermo 1-0 (03-11-21) coppa Italia Serie C

Catanzaro Palermo incontro completo

Massolo: “Ci tenevamo tanto a vincere. Curiale ha fatto un gran gol”

Palermo eliminato dalla Coppa Italia Serie C. Il Catanzaro ha vinto di misura contro i rosanero grazie alla rete siglata da Curiale e avanza ai quarti di finale. Al termine dell’incontro è intervenuto in mixed zone l’estremo difensore Massolo, che ha giocato al posto di Pelagotti.

“Ci tenevamo tanto a questa competizione. Ho avuto la possibilità di giocare e di mantenermi in forma. Abbiamo fatto una discreta partita, si è risolta con un episodio. Curiale ha fatto veramente un gran gol da posizione defilata. Ora ci rimettiamo in carreggiata e pensiamo a domenica”, ha sottolineato il numero 12 rosanero.

Massolo ha parlato del suo ruolo in questa squadra. Per un portiere è difficile farsi trovare pronti e avere un buon ritmo sulle uscite. Ci stiamo allenando bene, ma giocare è un’altra cosa. Cerco di mettere in difficoltà il mister, quando sarà il mio turno cercherò di fare bene. La stagione è molto lunga e una squadra che vuole fare un campionato di vertice deve poter contare su tutti i calciatori della rosa”.